Covid-19, Crisanti: “La terza ondata è già iniziata”

Cos'ha affermato Andrea Crisanti, direttore del dipartimento di Microbiologia dell'Università di Padova, all'AGI.

Andrea Crisanti, virologo
Andrea Crisanti, virologo

Andrea Crisanti, direttore del dipartimento di Microbiologia dell’Università di Padova, all’AGI ha affermato: «In Italia abbiamo di nuovo sprecato un sacco di parole e soprattutto tempo non guardando in faccia la realtà. E tra una settimana conteremo 30 mila contagi al giorno».

«La terza ondata è già iniziata e si continua a parlare di riaperture con questi numeri. Abbiamo completamente perso il contatto con la realtà – ha aggiunto Crisanti – In questo momento mi trovo in Inghilterra e devo fare un tampone ogni due giorni. Qui hanno chiuso tutto otto settimane fa e si parla di riaprire a giugno».

Per Crisanti, «ci vuole un approccio molto diverso su tutto. Sul distanziamento, sul monitoraggio, sui test, sulle scuole. È stato sbagliato tutto. E i risultati sono sotto gli occhi di tutti». In particolare, sui vaccini è stata sbagliata anche la comunicazione: «Sembrava che dovessero arrivare tutti subito e così si è distolta l’attenzione sul problema dei tracciamenti».

LEGGI ANCHE: Coronavirus, scoperta una nuova variante a New York.