Covid-19, 8 modi per proteggersi dai nuovi ceppi di coronavirus

Durante questa pandemia stiamo imparando molto, non solo come si contiene un virus ma anche la sua capacità nel mutare. Come difendersi.

  • Sono stati identificati tre noti ceppi varianti di SARS-CoV-2, che causa COVID-19.
  • Gli esperti ritengono che le varianti potrebbero essere fino al 50% più infettive del virus originale.
  • Esistono 8 modi per ridurre il rischio di contrarre le varianti.

Durante questa pandemia stiamo imparando molto, non solo come si contiene un virus ma anche la sua capacità nel mutare.

Finora sono stati studiati almeno 3 ceppi varianti di SARS-CoV-2 che causano il Covid-19.

“Le persone devono essere preoccupate per i nuovi ceppi per molte ragioni: ci sono prove che questi nuovi ceppi potrebbero essere il 50% più contagiosi del virus originale, il che dovrebbe portare a un picco massiccio in nuovi casi”, ha detto a Healthline il dott. Scott Braunstein, direttore medico della Sollis Health di Los Angeles.

Braunstein ha detto che l’aumento dei casi potrebbe sopraffare i sistemi sanitari e portare a morti “prevenibili” a causa della mancanza di risorse, come letti di terapia intensiva, ventilatori e personale infermieristico.

E in Italia stiamo già vivendo un’emergenza nel reperire le risorse adeguate a sostenere i pazienti con Covid-19 negli ospedali.

Lo studio delle nuovi varianti è ancora in atto, si cerca di capire quanto facilmente si diffondono, se causano malattie più gravi e se i vaccini attuali sono sufficienti a proteggerci, ma i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) riferiscono che quanto segue è noto sulle varianti:

La variante B.1.1.7 ha un gran numero di mutazioni. È emerso nel Regno Unito e si è diffuso in tutto il mondo, compresi gli Stati Uniti e il Canada. Sebbene si diffonda più facilmente e rapidamente rispetto ad altre varianti, non è noto se provochi malattie più gravi o un aumento del rischio di morte.

1.351 è emerso in Sud Africa. È indipendente dalla variante rilevata nel Regno Unito, ma condivide alcune mutazioni. I casi si sono verificati al di fuori del Sud Africa, ma non è stato rilevato negli Stati Uniti.

P.1 è stato identificato in quattro viaggiatori brasiliani testati durante lo screening all’aeroporto Haneda fuori Tokyo. Non è stato rilevato negli Stati Uniti. Questa variante contiene una serie di mutazioni aggiuntive che possono influire sulla sua capacità di essere riconosciuta dagli anticorpi.

Jason Tetro, un microbiologo e presentatore di “Super Awesome Science Show“, ha osservato che è previsto un aumento della trasmissibilità con alcune varianti.

“Questo non dovrebbe sorprendere poiché i virus tendono a mutare regolarmente e quelli più adatti al nostro corpo tendono a crescere di numero e alla fine diventano dominanti”, ha detto a Healthline.

Come proteggersi dalle nuove varianti?

  1. Segui l’ABC della prevenzione: proteggiti con una barriera protettiva, riunisciti con persone di cui ti fidi ‘virologicamente’, utilizza l’app del tracciamento dei contatti.
  2. Riduci il cerchio sociale, questo ti protegge dal contrarre le nuove varianti, accerchiati di persone di cui hai fiducia.
  3. Limita gli acquisti nei negozi, al loro interno trascorri meno tempo possibile.
  4. Se possibile lavora da remoto, se non è possibile è consigliato spostare le riunioni di lavoro all’aperto. Inoltre, il numero di studenti a scuola dovrebbe essere ridotto oppure spostarli all’aperto.
  5. ‘Adorate con saggezza’, secondo alcuni epidemiologi, le chiese sono classificate come ad alto rischio di trasmissione del virus. Potresti pregare a casa e utilizzare i social network per seguire in diretta la tua chiesa.
  6. Utilizza una mascherina efficace come quella chirurgica aderente o un N95.
  7. Applica spesso un disinfettante per le mani. Lava con acqua e sapone per almeno 20 secondi o utilizza un disinfettante per le mani che contenga almeno il 60% di alcol.
  8. Fatti vaccinare quando sarà il tuo turno.