Coronavirus, meglio il disinfettante o l’acqua e sapone per pulire le mani?

Secondo un'immunologa statunitense, le cui parole sono state riportate su DrFarrahMd.com, tutti i disinfettanti non sono stati prodotti allo stesso modo.

Secondo un’immunologa statunitense, le cui parole sono state riportate su DrFarrahMd.com, tutti i disinfettanti non sono stati prodotti allo stesso modo.

L’immunologa Tania Elliott, medico presso la NYU Langone Health, ha affermato che i disinfettanti per le mani che contengono meno del 60% di alcol non sono efficaci.

«Gli studi hanno dimostrato che i disinfettanti per le mani con alcool dal 60 al 95% sono più efficaci nell’uccidere i germi rispetto a quelli che ne contengono meno o non sono a base alcolica», ha affermato la dr.ssa Elliott.

Inoltre, non è solo importante il contenuto del prodotto ma anche il modo in cui applichiamo il prodotto, senza dimenticare che l’uso del disinfettante per le mani non sostituisce il lavarsi le mani con acqua e sapone.

«Quando si può scegliere, è meglio optare per il lavaggio delle mani con acqua e sapone, anche se non si tratta di un sapone antibatterico», ha asggiunto la dott.ssa Elliott. «Sapone e acqua sono più efficaci nella rimozione di più tipi di germi al contrario del disinfettante per le mani». In pratica, il disinfettante per le mani uccide i germi ma lavarsi le mani rimuove anche i microbi della pelle, vivi o morti.

Per lavarsi le mani correttamente, si consiglia di seguire questi passaggi:

  1. Bagnare completamente le mani con acqua pulita calda o fredda.
  2. Strofinare le mani finché il sapone e l’acqua non formano una schiuma, assicurandoci di non trascurare lo spazio tra le dita, sotto le unghia e il pollice.
  3. Strofinare le mani per almeno 20 secondi.
  4. Sciacquare bene le mani con acqua pulita.
  5. Asciugare le mani con un asciugamano pulito o con un asciugacapelli.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Galli: “Non possiamo escludere una nuova ondata”