Cosa si nasconde dietro ad uno sbadiglio? Perché succede?

Lo sbadiglio è un gesto semplice che viene motivato spesso come un atto di noia, ma è davvero così?

Un gesto semplice che viene motivato spesso come un atto di noia, ma è davvero così? Non vogliamo smentire il detto, la sua esistenza avrà di certo un fondo di verità ma le cause di uno sbadiglio possono essere sia di tipo fisiologico che psicologico.

Sbadigliare, un gesto semplice da un significato complesso?

Tramite lo sbadiglio immettiamo ossigeno nel nostro corpo, difatti inspiriamo e poi espiriamo. Si tratta di un atto respiratorio a tutti gli effetti che apporta ossigeno al cervello. La sua durata in genere è di circa 6 secondi ed è un atto involontario, difficile da controllare e da riprodurre, se non in determinate circostanze.

Quando sbadigliamo il nostro corpo ci invia dei segnali, quali? Dobbiamo essere attenti e preparati per saperli cogliere, affiniamo la nostra conoscenza.

Penserai che il tuo sbadiglio – o quello del tuo interlocutore – sia sinonimo di noia, ma è sempre così? Ponici attenzione, sbadigliamo circa una volta ogni ora, questo vuol dire che tutte le volte che lo facciamo siamo annoiati?

Gli scienziati hanno validato diverse teorie una fra tutte che il corpo sbadiglia quando siamo molto stanchi da poter supportare altro stress. Il corpo sta dicendo: ‘Ho bisogno di riposare’. In questo caso, prova a distenderti qualche minuto.

In altri casi, si sbadiglia quando le cellule del corpo hanno bisogno di ricevere una carica di ossigeno maggiore.

Quando il corpo si sente stanco ed ha una carenza di energia e sostanze nutrizionali ci avverte anche tramite lo sbadiglio. Si, in questo caso ci vuole dire d’immettere del cibo nel nostro stomaco.

Sai cos’hanno consigliato gli scienziati? Di sbadigliare durante il giorno, questo favorirà una migliore ossigenazione, un’attivazione dei movimenti dei muscoli del volto così da avere una pelle del viso priva di rughe e segni dello scorrere del tempo!