Coronavirus, confermato il primo decesso in Europa

La prima vittima del coronavirus fuori dall'Asia si è registrata in Francia. Si tratta di un turista cinese di 80 anni. I dettagli.

La prima vittima del coronavirus fuori dall’Asia si è registrata in Francia. Si tratta di un turista cinese di 80 anni che era arrivato dalla provincia di Hubei il 5 gennaio scorso ed era stato messo in isolamento il 25. Lo ha reso noto il Ministro della Salute francese Agnès Buzyn.

Anche la figlia 50enne del turista cinese morto a Parigi è ricoverata in ospedale ma «dovrebbe essere dimessa nei prossimi giorni».

L’uomo, che si trovava con la figlia nell’ospedale di Bichat «aveva una grave infezione polmonare, è peggiorato velocemente e in pochi giorni si è trovato ad essere in uno stato critico».

In Francia ci sono a oggi 10 casi confermati di Coronavirus, di cui quattro sono guariti e sono stati dimessi. Altri sei restano sotto osservazione in ospedale ma le loro condizioni non preoccupano. Si tratta, oltre alla figlia del turista cinese, dei cinque britannici (quattro adulti e un bambino di 9 anni) contagiati dal connazionale Steve Walsh dopo una vacanza in Alta Savoia.