Conati di vomito la mattina: cosa fare?

A cosa sono dovuti i conati di vomito che insorgono la mattina? Scopriamo assieme tutti i fattori dietro a questa fastidiosa situazione.

conati di vomito la mattina

I conati di vomito la mattina rappresentano una situazione oggettivamente molto fastidiosa. Come gestirla? A cosa è dovuta? Nelle prossime righe cercheremo di rispondere assieme a questi interrogativi.

conati di vomito la mattina

Cause della nausea mattutina

Quando si parla dei conati di vomito la mattina, sono numerosi i fattori causali che possono essere presi in considerazione. Tra i principali ricordiamo la gravidanza. Nei primi tre mesi della gestazione è infatti normalissimo soffrire di nausea.

Ovviamente esistono anche altre cause che nulla hanno a che fare con i nove mesi di attesa. Tra le principali è possibile citare la dispepsia, situazione in cui la persona ha a che fare con difficoltà nel digerire dovute soprattutto all’ingestione di quantità di cibo eccessive.

Proseguendo con le cause extra gravidiche che possono provocare i conati di vomito la mattina, ricordiamo l’abuso di bevande alcoliche, così come l’assunzione di alimenti contaminati da batteri (in questi frangenti, si può avere a che fare anche con la cosiddetta diarrea del viaggiatore).

Si potrebbe andare avanti ancora tanto a parlare dei motivi per cui insorgono i conati di vomito la mattina. In questo novero è possibile includere anche il reflusso gastroesofageo, patologia che si contraddistingue per il passaggio nell’esofago di parte del contenuto gastrico (il tutto senza alcun contributo da parte della muscolatura dello stomaco).

Rimedi

I rimedi da considerare in caso di conati di vomito la mattina variano a seconda della causa che ha scatenato l’emesi. Giusto per fare un esempio ricordiamo che, nei casi in cui la nausea mattutina è dovuta alla cattiva digestione, si può intervenire migliorando la propria alimentazione. Ciò vuol dire, in concreto, diminuire l’apporto di cibi troppo ricchi di grassi, ma anche consumare pasti frugali e frequenti (molto utile a tal proposito è l’introduzione degli spuntini), cercando di mangiare in condizioni il meno possibile stressanti.

Per quanto riguarda invece le dritte preventive, tra le principali compare senza dubbio il fatto di smettere di fumare. Molto importante è anche intensificare l’attività fisica e ridurre l’apporto calorico della cena, che dovrebbe essere consumata in orari non eccessivamente tardi, così da dare modo ai processi digestivi di concretizzarsi nel migliore dei modi.