Come curare l’unghia incarnita, i rimedi

Unghia incarnita. Cos'è, fattori di rischio, perché si forma e i rimedi. Come curare l'unghia incarnita.

Tagliare le unghie troppo corte o con una curvatura non adeguata può portare alla formazione dell’”unghia nascosta” (o per utilizzare un termine tecnico “onicocriptosi”). Un disturbo spesso diffuso a carico dell’alluce del piede pur non escludendo le altre dita. Indossare calzini e le scarpe può diventare un’abitudine giornaliera dolorosa. Come rimediare? Ecco una serie di risposte efficaci per un intervento precoce e preventivo.

Unghia incarnita, cos’è e fattori di rischio

Se hai dai 20 ai 30 anni è probabile che tu sia incorso almeno una volta nel malessere di avere un’unghia incarnita, dati affermano che ad essere più esposti sono gli uomini rispetto alle donne.

Perché si forma?

L’unghia che cresce si spinge all’interno della pelle, infiltrandosi nel tessuto molle del solco periungueale provocando una lacerazione che causa dolore, sangue, rossore e gonfiore.

Si stima che nell’80% dei casi l'”unghia nascosta” si possa manifestare con più frequenza nell’alluce, complici sono delle abitudini poco preventive:

  • Utilizzo di scarpe strette.
  • Traumatismi ripetuti.
  • Taglio non corretto dell’unghia.

Ci sono altri fattori di rischio predisponenti da non sottovalutare soprattutto nel caso della presenza di altre importanti patologie come il diabete (predispone alle infezioni) dove un’eventuale ulcera potrebbe evolvere in gangrena (patologia data da un arresto del circolo sanguigno che genera in necrosi, perdita di tutte le funzioni del tessuto).

Se hai un’artrite o delle note malattie alle unghie, un iperidrosi (sudorazione eccessiva ai piedi), diabete, deformità ai piedi conclamate, onicomicosi e una scarsa igiene (ricorda di cambiare i calzini più volte al giorno e sottoporti a dei pediluvi), corri ai ripari: l’unghia incarnita, ancora lieve, può essere curata.

Partiamo da alcune indicazioni su come tagliare le unghie dei piedi correttamente per non incorrere all’unghia incarnita:

  • Inizia con un rigenerante pediluvio, ammorbidire le unghia dei piedi renderà tutto più semplice. Acqua calda e sale sono sufficienti, la durata? 20 minuti, dopo puoi massaggiare con un olio di mandorla, non potrai non sentire un rilassamento istantaneo.
  • Prendi una tronchesina e ricorda che gli angoli non vanno accorciati molto e non bisogna seguire la curvatura delle unghie.
  • Il taglio deve essere fatto in maniera orizzontale e deve interessare la “parte bianca”, non il margine sottostante.

Rimedi per un immediato sollievo

È troppo tardi, non conoscevi queste accortezze e inizi a sentire l’”unghia nascosta” seppur non la vedi, il dolore non passa e si acutizza anche al solo tocco dei calzini.

Ci sono dei rimedi che possono darti un immediato sollievo:

  • Pediluvi in acqua calda e la medicazione successiva con un antibatterico (impedisce lo sviluppo di batteri). Mantenere i piedi puliti e prevenire che si manifesti un’infezione è la regola numero uno.
  • Rimuovi le cuticole con una pinzetta sterile, inserisci del cotone sotto l’angolo dell’unghia incarnita per evitare che questa penetri più a fondo.
  • Per evitare che si infetti, cambia il cotone ogni giorni e controlla regolarmente i sintomi. Se questi non passano e l’unghia non ricresce in un paio di settimane, contattare un podologo.

Nel caso di una sintomatologia avanzata e un’unghia incarnita profonda, sarà necessario ricorrere da un’estrazione chirurgica sotto consiglio specialistico.