Ciclo mestruale, si può stimolare? I rimedi fai-da-te

Sono molte le donne a soffrire dell'irregolarità del ciclo mestruale eppure non tutte conoscono i rimedi per anticiparlo.

ciclo mestruale

Sei in attesa del ciclo, stanno ritardando così come i tuoi programmi per il weekend.

Sono molte le donne a soffrire dell’irregolarità del ciclo mestruale eppure non tutte conoscono i rimedi per anticiparlo. Dalla stimolazione tramite fitoestrogeni al pediluvio, soluzioni semplici da poter provare comodamente a casa tua.

Il ritardo del ciclo che ‘scompone’ gli impegni

I tuoi programmi per il fine settimana sono scompigliati come i tuoi capelli al risveglio, eppure non vuoi rimandare quel bagno in piscina o la sauna con il tuo lui o la tua lei.
Sì, potresti utilizzare il tampax ma quella sensazione di libertà è imparagonabile ai rimedi alternativi più… interni.

Le nonne si vestivano da esperte ed erano pronte a dispensare consigli fai-da-te “Fai un bagno nell’acqua calda e vedi che arrivano”, quanto di vero c’erano in quelle parole?

Quel vestito addosso era calzante in quel caso perché l’acqua calda ha la funzione di vasodilatare i vasi sanguigni favorendo il deflusso del ciclo mestruale.                           Non una volta, non due, ma poggiando più volte al giorno una borsa dell’acqua calda sull’addome.

Tra l’altro questo rimedio è utile anche per alleviare i dolori mestruali. Al contrario, l’acqua fredda è un vasocostrittore, ‘bloccando’ il flusso mestruale: i vasi si restringono.

Si può intervenire anche stimolando lo sfaldamento dell’endometrio e le contrazioni uterine tramite alcuni alimenti contenenti i fitoestrogeni (o estrogeni vegetali). Svolgono un’attività simile a quella degli estrogeni (ormoni che regolano il ciclo mestruale).

Potresti procurarti della soia (farina, latte di soia, tofu), dei semi di lino, il sedano e il prezzemolo, legumi, verdure e cereali integrali. Oltre alla funzione oggetto d’interesse, hanno un effetto protettivo sulla salute cardiovascolare.

Anche alcune erbe ne sono ricche e puoi prepararle insieme a delle gustose tisane.

La salvia ne è un esempio, puoi assumerla fino a due volte al giorno attendendo l’arrivo del ciclo mestruale.

Se non preferisci la salvia, la scelta è ampia: il mirtillo rosso, il finocchio, l’artemisia.

Adesso è il momento di alzarti da quella poltrona a te cara, spegnere la tv con la tua serie preferita e iniziare a fare un po’ di attività fisica, la sedentarietà è il nemico che non favorirà l’anticipo del ciclo mestruale.

Piuttosto, potrai stimolare la circolazione del sangue facendo un po’ di passi all’aria aperta.

Non pensare a stancarti, pensa a quanti programmi potrai portare a termine scoprendo la regolarità del ciclo.

Se dopo l’attività fisica torni a casa per concederti una doccia, approfittane per fare un pediluvio: è la microstimolazione dei piedi (riflessologia plantare) con acqua calda ad avere anch’essa un’azione vasodilatatrice in tutto il corpo compresa la zona pelvica.

Metti in atto tutti i consigli che hai appreso e apprestati all’arrivo di un dolce flusso liberatorio.