9 cibi da evitare quando si allatta al seno

È opportuno che le mamme che vogliono allattare al seno seguano un'alimentazione regolare. Ecco qualche consiglio utile.

0
allattare-al-seno

È opportuno che le mamme che vogliono allattare al seno seguano un’alimentazione regolare per ottenere le sostanze nutritive essenziali e per incrementare i livelli del proprio latte.

Ora, anche se non tutti i bambini reagiscono agli stessi alimenti, di seguito 10 cibi che potrebbero causare dei problemi.

CAFFEINA

Si sa, una mamma – così come il papà – quando c’è un neonato in casa, ha difficoltà a dormire. E la tentazione di bere tanti caffè è alta. Ma il corpo del bambino non è preparato per elaborare la caffeina. Quindi, il consiglio è non strafare e/o attendere che il piccolo dorma.

PESCE

Non è necessario evitare ogni tipo di pesce ma è importante essere selettivi su quali mangiare. Ci sono pesci, infatti, che possono contenere molto mercurio, inficiando così il latte materno. Quindi, basta scegliere il pesce con cura.

CIOCCOLATO

Il cioccolato può avere un effetto lassativo sul bambino. Ecco perché è importante osservare il comportamento del neonato e i pannolini. In caso di evidenti problemi, meglio eliminarlo completamente!

PREZZEMOLO E MENTA

Sia il prezzemolo che la menta sono alimenti saporiti. Il problema, però, è che entrambi possono causare la diminuzione del livello del latte materno.

LATTE E PRODOTTI CASEARI

Il latte è uno dei più comuni problemi alimentari per il bambino. Se si notano eczemi o altri problemi cutanei o problemi di sonno, eliminare il latte è un ottimo punto di partenza. L’obiettivo è capire se siamo di fronte a un’allergia ai latticini e ciò può avvenire solo se si sta senza latte e derivati per alcuni giorni.

ALCOL

L’alcol entra nel latte materno e può influenzare negativamente il bambino. Se si sceglie di bere 1 – 2 drink, è giusto sapere che ci vorranno 1 – 2 ore prima che l’alcol possa metabolizzarsi.

AGRUMI

Il tratto gastrointestinale del bambino è ancora immaturo e alcuni agrumi possono essere particolarmente irritanti. Se si vuole assumere della vitamina C, meglio optare per l’ananas o per il mango.

ARACHIDI

Se c’è una storia di allergia agli arachidi nella famiglia, bisogna evitare di mangiarli fino a quando il bambino non è più allattato al seno. Infatti, i composti allergenici negli arachidi e nelle noci possono essere trasmessi attraverso il latte materno.

AGLIO

Sapete che l’odore dell’aglio può diffondersi nel latte materno? E i palati dei bambini non sono già pronti per apprezzarne il sapore…

Commenti