Caviglie gonfie, quali sono le cause? E i rimedi?

Le caviglie gonfie sono un disturbo comune, soprattutto con l'avanzare dell'età. Quali sono le cause? Esistono dei rimedi?

Le caviglie gonfie sono un disturbo comune, soprattutto con l’avanzare dell’età. Ma quali sono le cause di questo fenomeno? Esistono dei rimedi contro le caviglie gonfie?

Gonfiore alle caviglie

Le caviglie variano per dimensioni e forma. Le dimensioni delle caviglie sono perlopiù legate alla propria genetica. Delle caviglie robuste risultano meno vulnerabili alle lesioni, che sono un fenomeno molto comune in questa zona del corpo.

Il problema si pone quando le caviglie cominciano a gonfiare rispetto alla norma. Sono diverse le condizioni di salute che possono comportare gonfiore alle caviglie altrimenti di dimensioni normali. Dal momento che alcune di queste condizioni sono gravi, è una bene scoprire di più su cosa può rendere le caviglie gonfie.

Le cause

Vi sono diverse cause che si associano alle caviglie gonfie:

  • Lipedema. Il lipedema è una condizione dolorosa che fa sì che il grasso venga immagazzinato sotto la pelle delle gambe. In genere si verifica su entrambe le gambe dai fianchi in giù, ma non influisce sull’aspetto della pelle. Colpisce più le donne che uomini; circa l’ 11% delle donne soffre di lipedema. Le persone con lipedema tendono a manifestare facilmente lividi perché i vasi sanguigni delle gambe sono estremamente sensibili alla pressione. Con il progredire della malattia, le persone con lipedema possono avere difficoltà a camminare.
  • Linfedema. Il linfedema si caratterizza per il gonfiore, di solito nelle braccia o nelle gambe, che si verifica a causa di un problema del sistema linfatico. Con il linfedema, le caviglie possono gonfiarsi quando il liquido linfatico si accumula nel corpo. Il sistema linfatico è fondamentale per il sano funzionamento degli organi. Il plasma circola attraverso il corpo e raccoglie i prodotti di scarto dalle cellule. Questi scarti passano attraverso le pareti dei vasi sanguigni in una rete di vasi linfatici. Il fluido nel sistema linfatico, chiamato linfa, aiuta a mantenere l’equilibrio dei liquidi nel corpo. Il fluido linfatico assorbe anche il grasso in eccesso dall’intestino e produce globuli bianchi che il corpo usa per combattere germi e infezioni. Quando il tuo sistema linfatico è danneggiato, il fluido linfatico non viene drenato correttamente e alcune parti del corpo possono gonfiarsi.
  • Edema. Edema è il termine medico con cui si indica il gonfiore. Se hai l’edema, le caviglie appariranno gonfie e la tua pelle potrebbe apparire tesa e pruriginosa. Diverse condizioni di salute possono causare le caviglie gonfie. Tra queste ricordiamo: caldo estivo, insufficienza venosa, trombosi venosa profonda, insufficienza cardiaca congestizia, malattie del fegato, malattie renali, gravidanza.

Rimedi per le caviglie gonfie

In caso di gonfiore alle caviglie, è opportuno consultare un medico per comprendere se questo fenomeno è legato ad una condizione medica. Se questo non è il caso, allora è possibile ridurre il gonfiore:

  • Riducendo l’apporto di sodio nella propria dieta (per evitare la ritenzione di liquidi)
  • Eseguendo esercizi per rafforzare le caviglie e i polpacci
  • Tenendo le gambe sollevate
  • Muovendosi dopo lunghi periodi di riposo.

LEGGI ANCHE: Cancro all’utero, sintomi e cause