Cardiologi hanno scoperto la migliore vitamina per la salute del cuore

Uno studio ha rivelato che avere un alto livello di vitamina D nel corpo è sinonimo di migliore forma fisica e buona salute.

0

La vitamina D è essenziale per il funzionamento del corpo umano. Previene la comparsa di numerose malattie come l’osteoporosi, agisce sulle ossa, attiva il sistema immunitario e previene qualsiasi tipo di infezione (raffreddore, influenza o infezione orale).

Inoltre, alcuni studi ritengono che la vitamina D potrebbe aiutare a proteggere dal cancro.

È anche l’unica vitamina che il nostro corpo produce da sola mentre le altre sono derivano dal cibo.

La vitamina del sole – altro nome per la vitamina D – sarebbe anche collegata a una migliore idoneità cardiorespiratoria. Questo è il risultato di uno studio pubblicato sull’European Journal of Preventive Cardiology e condotto dai ricercatori della Virginia Commonwealth University (Stati Uniti).

L’idoneità cardiorespiratoria è la capacità del cuore e dei polmoni di fornire ossigeno ai muscoli durante l’attività fisica. Rappresenta la forma fisica di un individuo. Le persone con una migliore forma fisica cardiorespiratoria sono più sane e vivono più a lungo. “Assicurati che il tuo livello di vitamina D sia normale o alto, puoi farlo con una dieta, con gli integratori e con una ragionevole esposizione al sole“, ha affermato Amr Marawan, uno degli autori dello studio.

Se è accertato che questa vitamina è importante per la salute delle ossa, è sempre più evidente che svolge un ruolo in altre parti del corpo, come cuori e muscoli. “Il nostro studio dimostra che livelli più elevati di vitamina D sono associati a una migliore capacità di attività fisica“, ha affermato il dott. Amr Marawan.

Lo scopo dello studio era quello di determinare la relazione tra elevati livelli di vitamina D nel sangue e una migliore idoneità cardiorespiratoria. È stato condotto su 1.995 partecipanti, un campione rappresentativo della popolazione degli Stati Uniti di età compresa tra i 20 e i 49 anni tra il 2001 e il 2004. I dati sono stati raccolti sui livelli di vitamina D e del VO2 max, che misura il consumo massimo di ossigeno durante l’attività fisica. I partecipanti sono stati divisi in base al livello di vitamina D.

Nel dettaglio, i partecipanti con un alto livello di vitamina D avevano un fitness cardiorespiratorio 4,3 volte più alto di quelli del livello inferiore. Il legame è rimasto significativo (2,9 volte di più) dopo l’aggiustamento dei fattori che possono influenzare l’associazione come età, sesso, razza, indice di massa corporea, fumo, ipertensione e diabete. “La relazione tra i livelli più alti di vitamina D e la migliore capacità di esercizio è valida per uomini e donne, in gruppi di giovani e di mezza età, per etnia, indipendentemente dall’indice di massa corpo o dal fumo, e se i partecipanti hanno l’ipertensione arteriosa diabete“, ha concluso il dottor Marawan.

Successivamente, ogni aumento dei livelli di vitamina D nel corpo è stato associato a un aumento statisticamente significativo del VO2 max. “Questo suggerisce che esiste una relazione dose – risposta: ogni aumento della vitamina D è associato ad un aumento della capacità di esercizio“, ha spiegato il Dr. Marawan.

Il Dr. Marawan ha tenuto a precisare che questo è uno studio osservazionale e che non si può concludere che la vitamina D migliori la capacità di esercizio. Tuttavia, “l’associazione è stata forte, progressiva e coerente tra i gruppi“, ha aggiunto.

Questo suggerisce che esiste un legame forte e dà una spinta in più per ottenere livelli adeguati di vitamina D, che è particolarmente difficile nei luoghi freddi e nuvolosi dove le persone sono meno esposte al sole“.

Bisogna, però, fare attenzione: troppa vitamina D può essere tossica. Questo può portare ad un eccesso di calcio nel sangue, causando nausea, vomito e debolezza.

Non è vero che più vitamina D c’è, meglio è. La tossicità è causata da megadosi di integratori, come dalla dieta o dall’esposizione al sole“, ha affermato il dottor Marawan.

Commenti