Cane che perde il pelo: quando è fisiologico e quando preoccuparsi

Vi sveliamo quando preoccuparsi davanti al cane che perde il pelo e quali possono essere le cause degli eventuali problemi.

Chi ha un cane lo sa bene: vedere il proprio amico perdere il pelo è una cosa frequente. Quando è normale e quando invece è il caso di preoccuparsi? Scopriamolo assieme nelle prossime righe. firma

Perdita di pelo del cane: quando è normale

Come già detto, la perdita di pelo da parte del cane può essere normale. Tra le situazioni in cui non bisogna assolutamente preoccuparsi è il caso di citare la muta, che avviene due volte all’anno. Il cane vive questa situazione in autunno e in primavera. La muta è importantissima, in quanto prepara i nostri amici a 4 zampe ad affrontare nel migliore dei modi il cambiamento climatico.

Il quadro è molto semplice: quando si avvicinano i mesi freddi dell’anno, il sottopelo tende a infoltirsi. Nel periodo in cui ci si approssima al caldo, invece, si dirada, in modo da evitare al cane di risentire troppo delle temperature alte.

LEGGI ANCHE: Osteoartrite nel cane: quali sono i sintomi?

Quando preoccuparsi

Quando, invece, la perdita di pelo del cane deve portare a preoccuparsi o anche solo a farsi qualche domanda in merito allo stato di salute del proprio amico a 4 zampe? Tra le situazioni in questione è possibile citare i frangenti in cui il pelo di dirada in determinate parti del corpo. Quali sono le cause da considerare? Ecco le principali.

  • Infezioni fungine o batteriche, in particolare tigna o infezioni da parassiti. Fondamentale è ricordare che, in questi frangenti, le macchie sono spesso di forma tonda.
  • Allergie, che possono provocare dermatiti e, in alcuni casi, la perdita del pelo.
  • Eritemi
  • Leishmaniosi

Concludiamo facendo presente che, se ci si accorge che la situazione non migliora dopo 48 ore circa, bisogna contattare il veterinario.

LEGGI ANCHE: Il gatto beve poco: i principali rimedi