Cancro vaginale: tipi, sintomi, fattori di rischio e prevenzione

Non si parla spesso del cancro vaginale perché è piuttosto raro. È, comunque, importante conoscere i sintomi e i fattori di rischio.

0
cancro-vagina

Non si parla spesso del cancro vaginale perché è piuttosto raro. È, comunque, importante conoscere i sintomi e i fattori di rischio, in quanto la malattia può essere facilmente scambiata per qualche altro problema.

TIPI DI CANCRO VAGINALE

  • carcinoma a cellule squamose, che comincia nelle cellule sottili e piatte che rivestono la superficie della vagina (questo è il tipo più comune);
  • l’adenocarcinoma, inizia nelle cellule produttrici di muco che rivestono la vagina;
  • il melanoma inizia nelle cellule produttrici di pigmenti chiamate melanociti;
  • il sarcoma si sviluppa nelle cellule del tessuto connettivo o nelle cellule muscolari della parete vaginale.

Di questi quattro tipi, gli ultimi due sono i più rari.

I SINTOMI DEL CANCRO VAGINALE

All’inizio la malattia è spesso senza sintomi. Tuttavia, mentre il cancro aumenta, compaiono questi sintomi:

  • sanguinamento tra i cicli mestruali (nelle donne che hanno ancora le mestruazioni);
  • sanguinamento dopo la menopausa (nelle donne in menopausa);
  • dolore pelvico;
  • dolore e / o sanguinamento durante il rapporto sessuale;
  • prurito vaginale;
  • nodulo nella vagina;
  • frequente desiderio di fare pipì;
  • dolore quando si fa pipì.

Questi sintomi sono molto probabilmente causati da qualcosa di diverso dal cancro vaginale, come un’infezione del tratto urinario o un’infezione vaginale. Ma, indipendentemente dalla loro causa, questi sintomi dovrebbero essere valutati dal ginecologo.

[amazon_link asins=’B06XZYP5FW,B078VZK1QS,B00KBWBPRY,B003RRY44Q,B01BYD7QBM,B013DGN8QA’ template=’ProductCarousel’ store=’gianbolab-21′ marketplace=’IT’ link_id=’6be47954-a47e-11e8-931d-6dd49a7b3e39′]

CHI È A MAGGIORE RISCHIO

Alcune donne hanno più probabilità di altre di contrarre il cancro vaginale. I fattori che aumentano il rischio di malattia:

  • avere più di 60 anni;
  • neoplasia intraepiteliale vaginale, una condizione precancerosa;
  • essere nati da una madre che prendeva il dietilstilbestrolo (DES) durante la gravidanza (questa pratica durò dal 1938 al 1971);
  • avere altri tumori, come tumori della vescica, del retto, dell’utero e della cervice;
  • essere stato infettati dall’HIV;
  • essere stato infettati da alcuni ceppi di HPV;
  • il fumo;
  • bere in eccesso.

È importante sottolineare che alcune donne diagnosticate con il cancro vaginale non hanno fattori di rischio noti. E molte donne che hanno uno o più fattori di rischio non sviluppano mai il cancro vaginale.

PREVENZIONE

Non esiste un modo sicuro per prevenire il cancro vaginale o qualsiasi altro tipo di cancro. Ma ci sono cose che possiamo fare per ridurre il rischio di sviluppare la malattia:

  • non fumare ed evitare l’esposizione al fumo passivo;
  • limitare il consumo di alcol al minimo;
  • fare sesso solo con il proprio partner;
  • sottoporsi a regolari esami pelvici e pap test;
  • vaccinarsi contro l’HPV, se il medico ritiene che questa misura sia appropriata per la tua età.

Il cancro vaginale è altamente curabile se scoperto precocemente.