Cancro ai testicoli: cos’è, tipi, sintomi, diagnosi e cura

Il cancro ai testicoli è un evento raro e spesso il paziente si presenta dal medico asintomatico se non con un rigonfiamento localizzato.

Il cancro ai testicoli è un evento raro e spesso il paziente si presenta dal medico asintomatico se non con un rigonfiamento.

Cancro ai testicoli, quello che c’è da sapere

Il cancro ai testicoli è un cancro che ha origine in uno o entrambi i testicoli. I tuoi testicoli sono le ghiandole riproduttive maschili situate all’interno del tuo scroto, che è la sacca di pelle situata sotto il tuo pene. I tuoi testicoli sono responsabili della produzione dello sperma e dell’ormone testosterone.

Il cancro ai testicoli inizia più spesso con cambiamenti nelle cellule germinali. Queste sono le cellule dei testicoli che producono lo sperma. Questi tumori delle cellule germinali rappresentano oltre il 90% dei tumori ai testicoli.

Esistono due tipi principali di tumori delle cellule germinali:

  • I seminomi sono tumori testicolari che crescono lentamente. Di solito sono confinati ai testicoli, ma potrebbero essere coinvolti anche i linfonodi.
  • I non seminomi sono la forma più comune di cancro ai testicoli. Questo tipo ha una crescita più rapida e può diffondersi in altre parti del corpo.
  • Il cancro ai testicoli può verificarsi anche nei tessuti che producono ormoni. Questi tumori sono chiamati tumori stromali gonadici.

Il cancro ai testicoli è il tumore più comunemente diagnosticato negli uomini di età compresa tra 15 e 35 anni, ma può verificarsi a qualsiasi età. È anche uno dei tumori più curabili, anche se si è diffuso in altre aree.

Il tasso di sopravvivenza a cinque anni è superiore al 95%.

Fattori di rischio per il cancro ai testicoli

I fattori di rischio che possono aumentare il rischio di sviluppare il cancro ai testicoli includono:

  • avere una storia familiare della malattia
  • avere uno sviluppo testicolare anormale
  • essere di origine caucasica
  • avere un testicolo ritenuto, che si chiama criptorchidismo

I sintomi del cancro ai testicoli

Alcuni uomini non mostrano sintomi quando viene diagnosticato un cancro ai testicoli. Quando compaiono i sintomi, possono includere:

  • dolore o fastidio ai testicoli
  • gonfiore ai testicoli
  • dolore addominale inferiore o alla schiena
  • ingrossamento del tessuto mammario

Come viene diagnosticato il cancro ai testicoli?

I test che il medico può utilizzare per diagnosticare il cancro ai testicoli possono includere:

  • un esame fisico, che può rivelare eventuali anomalie testicolari, come noduli o gonfiore
    un’ecografia per esaminare la struttura interna dei testicoli
  • esami del sangue chiamati test dei marcatori tumorali, che possono mostrare livelli elevati di sostanze correlate al cancro ai testicoli, come l’alfa-fetoproteina o la gonadotropina corionica beta-umana

Se il medico sospetta il cancro, potrebbe essere necessario rimuovere l’intero testicolo per ottenere un campione di tessuto. Questo non può essere fatto quando il tuo testicolo è ancora nello scroto perché così facendo può causare la diffusione del cancro attraverso lo scroto.

Una volta che la diagnosi è stata fatta, verranno eseguiti test come le scansioni TC pelviche e addominali per vedere se il cancro si è diffuso altrove.

Le fasi del cancro ai testicoli sono le seguenti:

  • La fase 1 è limitata al testicolo.
  • Lo stadio 2 si è diffuso ai linfonodi nell’addome.
  • Lo stadio 3 si è diffuso ad altre parti del corpo. Questo tipo di cancro si diffonde comunemente ai polmoni, al fegato, al cervello e alle ossa.
    Il cancro è anche classificato in base alla risposta attesa al trattamento. Le prospettive possono essere buone, intermedie o scarse

Curare il cancro ai testicoli

Ci sono tre categorie generali di trattamenti utilizzati per il cancro ai testicoli. A seconda dello stadio del cancro, potresti essere trattato con una o più opzioni.

  1. Chirurgia
    La chirurgia viene utilizzata per rimuovere uno o entrambi i testicoli e alcuni linfonodi circostanti sia per lo stadio che per il trattamento del cancro.

2. Radioterapia
La radioterapia utilizza raggi ad alta energia per uccidere le cellule tumorali. Può essere      somministrato esternamente o internamente.

3. La radiazione esterna utilizza una macchina che punta la radiazione verso l’area                  cancerosa. La radiazione interna comporta l’uso di semi o fili radioattivi posti nell’area        interessata. Questa forma ha spesso successo nel trattamento dei seminomi.

4. Chemioterapia
La chemioterapia utilizza farmaci per uccidere le cellule tumorali. È un trattamento              sistemico, il che significa che può uccidere le cellule tumorali che hanno viaggiato in            altre parti del tuo corpo. Quando viene assunto per via orale o attraverso le vene, può        viaggiare attraverso il flusso sanguigno per uccidere le cellule tumorali.

Nei casi molto avanzati di cancro ai testicoli, la chemioterapia ad alte dosi può essere seguita da un trapianto di cellule staminali. Una volta che la chemioterapia ha distrutto le cellule tumorali, le cellule staminali vengono somministrate e si sviluppano in cellule del sangue sane.