Campi estivi e Covid-19, cosa dovrebbero sapere i genitori

Vuoi mandare tuo figlio ad un campo estivo? Leggi i consigli degli esperti che ti possono aiutare a prendere le giuste decisioni.

  • Gli esperti dicono che i campi estivi possono essere sicuri per i bambini, ma ci sono diverse cose che i genitori dovrebbero considerare.
  • Tra questi ci sono protocolli di sicurezza come il distanziamento fisico, l’uso di mascherine e le pratiche di disinfezione dei campi.
  • Esortano anche i genitori a non mandare i bambini al campo se mostrano sintomi di Covid-19, come febbre, tosse o mal di testa.

Ci sono alcune domande che i genitori dovrebbero porsi riguardo la sicurezza dei propri figli nei campi estivi e ci sono dei fattori di rischio che secondo gli esperti non dovrebbero essere sottovalutati ma conosciuti, soprattutto se c’è un membro della famiglia con l’immunità compromessa o le condizioni di salute sottostanti del bambino/ragazzo non sono ottimali.

I genitori dovranno essere consapevoli dei fattori di rischio e dello stato di vaccinazione dei propri figli e di altri membri della famiglia per prendere queste decisioni“, ha affermato la dott.ssa Sarah Schaffer DeRoo, pediatra del Children’s National Hospital di Washington, D.C.

I campi estivi sono sicuri?

Domanda lecita che deve essere ponderata, tuttavia bisogna riformulare la domanda e chiedersi: “Il campo estivo è più sicuro rispetto a cosa?”.

Se lo paragonate all’essere a scuola, allora i campi all’aperto sono certamente meno preoccupanti dal punto di vista del Covid-19 rispetto alla condivisione di uno spazio in classe con altri 20-30 bambini“, ha detto la dott.ssa Jen Brull, un medico di famiglia praticante in Kansas e un membro del consiglio di amministrazione dell’American Academy of Family Physicians.

Se lo paragonate all’essere una casa in un’abitazione unifamiliare, il campo sarebbe considerato più rischioso perché esporrà i bambini a persone al di fuori della loro famiglia“, ha detto a Healthline.

Alcuni consigli dagli esperti

Gli esperti dicono di non esitare a porre domande ai funzionari del campo sui loro protocolli di sicurezza Covid-19.

È importante sottolineare che tutti i consulenti del campo e il personale dovrebbero indossare la mascherina ed essere vaccinati (se idonei) per fornire ulteriore protezione ai bambini“, ha detto Schaffer DeRoo a Healthline.

Brull aggiunge che i campi estivi dovrebbero concentrarsi su:

  • distanziamento fisico;
  • rigorosi protocolli di disinfezione;
  • utilizzo delle mascherine in tutte le zone appropriate;

Qual è il ruolo della famiglia?

Le famiglie dovrebbero assicurarsi che i bambini abbiano abbastanza mascherine per affrontare la giornata con mascherine pulite/asciutte e lavarle dopo ogni utilizzo e i bambini dovrebbero lavarsi le mani frequentemente, anche dopo essere tornati a casa a fine giornata“, ha detto Brull.

Ci sono prove relativamente limitate della diffusione del coronavirus dal contatto con oggetti contaminati, ad ogni modo i genitori dovrebbero essere vigili sul lavaggio della biancheria e sulla buona igiene come al solito per prevenire tutte le malattie“, ha aggiunto Schaffer DeRoo.

Qualsiasi segno di malattia è un motivo per non mandare tuo figlio al campo estivo, soprattutto se evidenzia i seguenti sintomi:

  • febbre a 38°;
  • gola infiammata;
  • tosse incontrollata che causa difficoltà respiratorie (per un bambino con tosse allergica/asmatica cronica, determinare se c’è un cambiamento rispetto alla tosse abituale);
  • diarrea, vomito o mal di stomaco;
  • insorgenza di forte mal di testa, soprattutto con la febbre.