Burioni: “Convertire i siti per il vaccino? Bisognava pensarci prima”

Così su Twitter il virologo Roberto Burioni, ribadendo la necessità di premere l'acceleratore sulla campagna vaccinale.

Il virologo Roberto Burioni (Screenshot da ospitata in TV).

«Ottime notizie da Israele. Nel secondo lockdown andamento simile per tutte le fasce d’età, nel terzo lockdown, con gli ‘over 60’ vaccinati, andamento molto diverso. Ricordo al nostro Governo che il vaccino – efficacissimo – deve essere somministrato. Il pensiero non basta».

Così su Twitter il virologo Roberto Burioni, ribadendo la necessità di premere l’acceleratore sulla campagna vaccinale.

Quanto alla possibilità di convertire i siti dove adesso nasce il vaccino antinfluenzale, «forse era il caso di farsi venire questa geniale idea a novembre – ha commentato l’esperto – quando abbiamo saputo di avere due vaccini dall’efficacia mostruosa e non a fine febbraio. Quattro mesi regalati al virus, centinaia di morti al giorno. Chi ha colpa per questo ritardo intollerabile?».

LEGGI ANCHE: Covid-19, “chi indossa gli occhiali si contagia di meno”