Bronchiolite: cos’è, sintomi, come si contagia e consigli utili

La bronchiolite è un'infezione virale comune che colpisce principalmente i bambini di età inferiore ai 2 anni. Ecco cosa è meglio sapere.

La bronchiolite (o bronchiolite acuta nei neonati nel linguaggio medico) è un’infezione virale comune che colpisce principalmente i bambini di età inferiore ai 2 anni.

Responsabile della malatti è il virus respiratorio sinciziale (RSV) che provoca l’infiammazione delle pareti dei bronchioli (i piccoli bronchi) e un aumento delle secrezioni responsabili dell’ostruzione.

I sintomi della bronchiolite sono facilmente riconoscibili:

  • Raffreddore con una leggera febbre (oltre 37,5 ° C);
  • Tosse secca;
  • Dispnea;
  • Difficoltà nel mangiare.

Nonostante i sintomi a volte impressionanti, la bronchiolite è una malattia lieve. I sintomi si attenuano (senza trattamento) entro pochi giorni e il bambino guarisce entro 8-10 giorni, sebbene la tosse possa durare per due settimane.

Avvertenza: se il bambino di età inferiore a 3 mesi e / o nato prematuro e / o affetto da una patologia presenta segni di bronchiolite, deve essere consultato un medico senza indugio.

LEGGI ANCHE: Sigarette elettroniche, scoperto altro pessimo effetto sulla salute.

COME SI TRASMETTE LA BRONCHIOLITE

Il picco epidemico della malattia di solito si estende da novembre a febbraio. La bronchiolite è una malattia molto contagiosa. Il virus può essere trasmesso in due modi:

  • Direttamente da persona a persona, attraverso le secrezioni bronchiali (starnuti, tosse…) o il contatto tra le persone (baci);
  • Indirettamente, attraverso le mani o gli oggetti sporchi di saliva (giocattoli, asciugamani, cibo o bevande contaminate…).

COME PREVENIRE LA BRONCHIOLITE

Consigli per proteggere un bambino dalla bronchiolite nel periodo novembre-febbraio:

  • Lavarsi le mani (con acqua e sapone) più volte al giorno;
  • Non scambiare biberon, ciucci e posate in famiglia:
  • Pulire frequentemente i giocattoli e i peluche del bambino (con acqua e sapone o in lavatrice);
  • Evitare di baciare il bambino sul volto;
  • In caso di raffreddore, indossare una maschera per proteggere il bambino (si possono acquistare in farmacia);
  • Ventilare la stanza del bambino ogni giorno e, se possibile, mantenere una temperatura di 19 °C;
  • Fare attenzione ai luoghi e alle comunità pubbliche: durante l’inverno, evitare le sale d’attesa, i trasporti pubblici, i vivai, i supermercati con il bambino;

COSA FARE IN CASO DI BRONCHIOLITE

Nessun farmaco specifico per la bronchiolite. Gli antibiotici si somministrano soltanto in rari casi di superinfezione batterica.

Per superare questa malattia (che è benigna nella stragrande maggioranza dei casi) si raccomando il lavaggio del naso e un monitoraggio speciale del piccolo paziente.

Inoltre, bisogna andare dal medico se il bambino ha difficoltà respiratorie o non beve più. Ed è necessario chiamare il 118 se il piccolo ha la bocca bluastra, se dorme tutto il tempo o se sembra soffrire spesso di apnea.

Fonte: Topsante.com.

LEGGI ANCHE: Deva Cassel, ecco chi è la figlia di Monica Bellucci.