Brividi di freddo: perché vengono e quando preoccuparsi

Tutte le risposte a un quesito scientifico che ci riguarda tutti (e che non deve destare preoccupazione).

perche-abbiamo-brividi-di-freddo

Perché abbiamo i brividi di freddo? Sono tantissime le persone che si pongono questa domanda ed è facile capire il motivo: i brividi di freddo riguardano infatti quasi tutti. Se vuoi scoprire come mai vengono, seguici nelle prossime righe.

Cosa sono i brividi?

Prima di capire a cosa sono dovuti i brividi di freddo, vediamo bene cosa sono. Quando si parla di brividi di freddo, si chiamano in causa contrazioni della muscolatura, involontarie e irregolari dal punto di vista della durata e dell’intensità. In molti casi sono associati all’erezione del bulbo pilifero, ossia la pelle d’oca.

perche-abbiamo-i-brividi-di-freddo

Perché vengono i brividi di freddo?

I brividi di freddo non sono altro che una risposta del nostro corpo che, quando le temperature sono troppo basse, cerca di adattarsi e di alzare la sua interna. Come già detto, quando si parla di questo fenomeno si ha a che fare con una contrazione muscolare involontaria che non ha come scopo il movimento.

Attraverso la contrazione, però, i muscoli generano calore in quanto consumano energia. Questo calore, come già detto, è in grado di alzare la temperatura corporea quando esternamente fa troppo freddo.

LEGGI ANCHE: Dado da cucina: fa male o no?

Brividi… e non solo

Per adattare la propria temperatura corporea in condizioni di eccessivo freddo esterno, il nostro organismo non ricorre solo ai brividi di freddo. Ecco altre modalità di “difesa dal freddo” che il corpo umano adotta:

  • Vasocostrizione periferica
  • Termogenesi chimica

Nel secondo caso, si tratta di un meccanismo che ha luogo in particolari zone del corpo, come per esempio il tessuto adiposo. A modo loro, anche i brividi possono essere definiti una forma di termogenesi. Nel loro caso, però, si parla di termogenesi da brivido.

Brividi febbrili

Quanto appena ricordato cambia nei casi in cui subentra la febbre. In tali frangenti, il nostro corpo mette in atto delle contrazioni muscolari con il fine di aumentare la temperatura per debellare gli organismi patogeni che, molto spesso, la mal sopportano.

Non bisogna quindi preoccuparsi se ci si accorge di avere brividi di freddo quando si ha la febbre: la loro insorgenza è semplicemente una reazione del centro termoregolatore del nostro corpo.

Concludiamo facendo un doveroso cenno a una tipologia di contrazione muscolare irregolare e involontaria che non ha nulla a che fare con la bassa temperatura. Stiamo parlando dei brividi da emozione, che possono insorgere dopo uno shock particolarmente intenso e che hanno a che fare non con la termoregolazione, bensì con una risposta del sistema nervoso particolarmente intensa.

LEGGI ANCHE: Virus dalla Cina, cosa è meglio sapere sull’emergenza mondiale.