Bill Gates: “Il vaccino va dato a chi ne ha bisogno, non al migliore offerente”

Le medicine e un eventuale vaccino per il coronavirus devono andare a chi ne ha più bisogno, non al «miglior offerente». Così Bill Gates.

Bill Gates

Le medicine e un eventuale vaccino per il coronavirus devono andare a chi ne ha più bisogno, non al «miglior offerente».

Lo ha affermato Bill Gates in un video diffuso stamattina, in occasione di una conferenza virtuale sulla pandemia di Covid-19 organizzata dall’International Aids Society.

«Se lasciamo che medicine e vaccini vadano al miglior offerente, invece che alle persone e ai luoghi dove sono più necessari, avremo una pandemia più lunga, più ingiusta e mortale», ha sottolineato il miliardario e filantropo, tra le altre cose il più grande donatore privato dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

«Abbiamo bisogno di leader che prendano queste difficili decisioni sulla distribuzione basandole sull’equità, non su fattori guidati dal mercato», ha aggiunto, ricordando il Global Fund to Fight Aids, Tuberculosis and Malaria creato nel 2002 come modello per rendere le medicine per il coronavirus accessibili a tutti.

Bill Gates si è detto ottimista: «Vinceremo contro il Covid-19 e continueremo a fare progressi contro l’Aids e altre crisi sanitarie», sottolineando che i ricercatori «stanno facendo grandi progressi. Sono stati sviluppati strumenti diagnostici migliori per identificare coloro che sono infetti. Gli investimenti saranno destinati a banche di farmaci antivirali, una branca della scienza su cui si investiva poco».

«Stiamo anche facendo grandi progressi sui vaccini. Queste piattaforme non saranno utili solo contro un determinato virus. Ci aiuteranno anche contro l’Hiv», ha anche detto Bill Gates.

LEGGI ANCHE: Tracce di Covid-19 nelle acque reflue di Parigi.