Beve bubble tea due volte al giorno per un mese: 18enne finisce in coma

Un'adolescente cinese è caduta in coma diabetico dopo aver bevuto, per un mese di fila e due volte al giorno, il bubble tea.

Bubble tea

Come riferito da Fox News, una diciottenne cinese è caduta in coma diabetico dopo aver bevuto, per un mese di fila, bubble tea (o té alle bolle) due volte al giorno.

La tragica scoperta della famiglia

La tragica scoperta è stata fatta dalla famiglia della ragazza, che l’ha trovata in stato di incoscienza. Secondo quanto riferito dai parenti dell’adolescente cinese, la giovane aveva i principali sintomi dell’iperglicemia.

LEGGI ANCHE: 3 alimenti da evitare per ridurre il rischio di cancro e diabete

In questo novero è possibile includere la nausea, la minzione frequente, così come la disidratazione. La vicenda risale al mese scorso. La ragazza, come si può leggere sulle pagine del sito ufficiale di Fox News, è stata portata all’ospedale di Rujin.

Non appena i medici hanno analizzato la sua situazione, hanno avuto modo di notare livelli di zucchero nel sangue 25 volte superiori alla norma. La ragazza è stata sottoposta a procedure di ventilazione e a dialisi renale.

Cinque giorni dopo essere caduta in coma, si è svegliata. Lo scorso 1° giugno, secondo quanto riferito dai medici sembrava in via di guarigione, motivo per cui è stata dimessa dal nosocomio. A questo punto, viene da chiedersi che caratteristiche nutrizionali abbia il bubble tea. Sempre più popolare in tutto il mondo, si contraddistingue per circa 55 grammi di zucchero a singola tazza.

Per fare un paragone con il tè normale, ricordiamo che, nel secondo caso, siamo attorno ai 20 grammi di zucchero a tazza. Se si ama questa bevanda, il consiglio è quello di focalizzarsi verso prodotti privi di zuccheri aggiunti, meglio se ottenuti con filiere ad approccio biologico.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: qual è il tipo di diabete più pericoloso per chi è malato?