Bambina di 5 anni paralizzata dalla puntura di una zecca

Il caso è avvenuto in Ohio, negli Stati Uniti d'America. Ecco i particolari.

0

Una bambina di 5 anni di Cincinnati (Ohio, Stati Uniti d’America) ha sofferto di paralisi temporanea a seguito di una puntura di zecca.

Averey Mell, come riportato su Foxnews.com, è stata portata all’ospedale pediatrico di Cincinnati all’inizio del mese di agosto dopo che la piccola è caduta a faccia in giù sul pavimento del bagno. Più tardi, Averey non è stata in grado di nutrirsi da solo e, secondo quanto riferito dalla stampa, ha cominciato ad avere problemi respiratori.

I medici non erano sicuri di ciò che stava facendo male alla bambina finché la madre non ha trovato due zecche nascoste dietro l’orecchio della figlia.

La bimba di 5 anni, quindi, era stata colpita dalla paralisi da zecca che si verifica quando una zecca femmina gonfia e gravida (carica di uova) produce una neurotossina nelle sue ghiandole salivari e la trasmette al suo ospite durante l’alimentazione.

Gli esperimenti hanno indicato che la più grande quantità di tossina viene prodotta tra il quinto e il settimo giorno di attaccamento“, si legge su Foxnews.

I sintomi comprendono affaticamento, intorpidimento delle gambe e dolori muscolari.

La paralisi si sviluppa rapidamente dalle estremità inferiori a quelle superiori e, se il segno di spunta non viene rimosso, è seguita dalla paralisi della lingua e del viso.

Nei casi più gravi questa condizione può provocare convulsioni, insufficienza respiratoria e finanche la morte.

Dal momento la tossina può essere rilasciata soltanto quando la zecca è attaccata al suo ospite, i sintomi in genere “diminuiscono rapidamente” una volta rimosso il parassita.

La madre della piccola, infatti, ha raccontato che Averey è migliorata dopo che le zecche sono state rimosse.

Commenti