Aveva una tosse forte e con il sangue. I medici lo operano e fanno una scoperta incredibile

Un caso curioso è accaduto all'ospedale di Tolosa, in Francia.

0
intevento-chirurgico

Non era un tumore polmonare ma un impacco dimenticato. Il caso curioso è stato descritto dai medici e chirurgi del Larrey Hospital di Tolosa sulla rivista Respiratory Diseases Review. Il paziente avava 65 anni nel 2016.

Secondo un blog del quotidiano francese Le Monde, che ha avuto accesso all’intero studio, il paziente era entrato nel reparto di pneumologia di Tolosa a causa di una forte tosse che si era verificata regolarmente negli ultimi dieci anni. L’uomo ha avuto una storia cardiaca e, nel 1989, fu dimenticato un impacco al momento dell’impianto di un defibrillatore.

La TC (tomografia computerizzata) aveva mostrato una lesione nel polmone sinistro. Erano state avanzate diverse ipotesi: dalla tubercolosi al cancro. Gli esami batterici, come le biopsie, però, hanno dato esito negativo. I medici avevano deciso, quindi, di intasare con delle molle metalliche le arterie sanguinanti. Una scelta che non aveva comportato alcun sucesso, dal momento che la tosse con il sangue non ne voleva sapere di smettere, anzi era peggiorata. Quindi, i medici non hanno avuto altra scelta che intervenire chirurgicamente.

Ebbene, durante quell’intervento, si è arrivati alla conclusione: i medici hanno estirpato un ascesso infiammatorio all’interno del quale hanno scoperto un impacco banale, dimenticato lì per 27 anni, al momento dell’impianto del defibrillatore.

Il paziente è tornato a casa cinque giorni dopo l’operazione. Secondo la Società francese di chirurgia toracica, sono stati trovati 173 corpi estranei dimenticati in 266.000 operazioni effettuate tra il 2003 e il 2016. Ma questi casi sono generalmente scoperti molto più velocemente.

Inoltre, l’uso di compresse radiopache (ovvero che non si lasciano attraversare dai raggi x) si individuano più facilmente così da diminuire le dimenticanze.


Commenti