Attacco di cuore e ictus: differenze di sintomi tra uomini e donne

Fino a poco tempo fa, la malattia cardiaca era considerata tipica dell'uomo. Uno dei motivi è che gli uomini tendono ad avere attacchi di cuore in giovane età.

0

Fino a poco tempo fa, la malattia cardiaca era considerata tipica dell’uomo. Uno dei motivi è che gli uomini tendono ad avere attacchi di cuore in giovane età.

Inoltre, le donne sono molto più preoccupate per il cancro al seno, credendo che sia il loro maggior rischio di una malattia mortale.

Tuttavia, quando le donne raggiungono i 50 anni, le malattie cardiache causano più decessi e, a 75 anni, la morte per malattie cardiache è otto volte più probabile del cancro al seno.

Dal momento che si riteneva che la malattia cardiaca fosse propria dell’uomo, gli uomini sono stati il principale obiettivo della ricerca e poca attenzione, invece, è stata prestata alle malattie cardiache nelle donne.

Si presumeva che i fattori di rischio (fumo, ipertensione, colesterolo alto, mancanza di esercizio fisico) si sarebbero dovuti applicare in ugual misura a uomini e donne e questo è tendenzialmente vero.

Tuttavia, ora sappiamo che i sintomi che segnalano un problema possono essere diversi, così come l’evento scatenante. Quindi, se una donna si aspetta di avere la stessa esperienza di un uomo potrebbe interpretare erroneamente ciò che le sta accadendo.

Per gli uomini, è probabile che si verifichi un attacco cardiaco durante lo sforzo, ovvero durante azioni come sollevare, trasportare, salire le scale, tagliare l’erba, ecc.

L’evento scatenante nelle donne, invece, è più probabile che sia lo stress. Pertanto, una donna potrebbe ignorare i segnali negativi.

Per gli uomini, il sintomo chiave che qualcosa non va è un dolore bruciante e acuto, nonché un’oppressione al petto. Ci possono anche essere nausea, vertigini, difficoltà nella respirazione e dolore nella parte superiore del corpo, collo o mascella.

Le donne differiscono dagli uomini e il dolore toracico grave è meno probabile. Invece, si può avvertire disagio nella parte superiore del corpo, difficoltà a respirare, estrema stanchezza o nausea. I sintomi nelle donne sono meno facilmente percepibili, il che può ritardare l’intervento di un medico.

Questo è un grosso problema perché durante un attacco cardiaco l’attenzione medica immediata è fondamentale per la sopravvivenza.

La causa sottostante di un attacco di cuore è simile sia per gli uomini che per le donne. In entrambi i casi, il problema sta nell’interruzione del flusso di sangue e dell’apporto di ossigeno al muscolo cardiaco. Ma anche qui c’è una differenza importante.

Negli uomini è probabile che si possano presentare blocchi nelle arterie coronarie più grandi che impediscono il flusso di sangue al muscolo cardiaco. Rilevare i problemi del flusso sanguigno negli uomini è molto più facile perché il blocco nelle arterie più grandi è più agevole da misurare.

Nelle donne, il problema della riduzione dell’approvvigionamento di ossigeno è più probabile che si verifichi in piccoli vasi. Ciò è più difficile da determinare e questo significa che anche con test sofisticati problemi nelle donne possono essere trascurati.

ICTUS

Come nel caso delle malattie cardiache, uomini e donne si differenziano anche per quanto concerne gli ictus. Ancora una volta, gli uomini tendono ad avere ictus in giovane età ma, nel complesso, più donne hanno un ictus perché vivono più a lungo. Uomini e donne sperimentano, poi, sintomi comuni.

Può accadere un’improvvisa debolezza o un intorpidimento in volto o un arto su un lato del corpo. Possono verificarsi problemi di pronuncia o comprensione del linguaggio e forte mal di testa.

Insieme ai sintomi comuni, le donne possono avere ‘altri’ sintomi, tra cui singhiozzo, estrema stanchezza, nausea, battito cardiaco accelerato, dolore improvviso al viso, alle braccia o alle gambe. Sfortunatamente, questi altri sintomi spesso vengono ignorati.

 

 

 

Commenti