Asma da reflusso, di cosa si tratta?

La parola "Asma da reflusso" mette insieme due termini clinici che indicano la coesistenza di due condizioni, l'asma e il Reflusso Gastro-Esofageo.

La parola “Asma da reflusso” mette insieme due termini clinici che indicano la coesistenza di due condizioni, l’asma e il Reflusso Gastro-Esofageo. Approfondiamo l’argomento.

Asma da reflusso, cos’è e prevenzione

L’asma da reflusso è una condizione che può presentarsi in pazienti asmatici ovvero che soffrono già di problemi respiratori, in particolare della restrizione delle vie aeree in conseguenza a determinati stimoli. Una condizione reversibile che provoca tosse, respiro sibilante, respiro affannoso.

Tuttavia, se presente succo acido proveniente dallo stomaco questo andrà a stimolare il sistema neurovegetativo che darà una risposta vagale e quindi la comparsa del broncospasmo (una contrazione transitoria della muscolatura bronchiale).

La crisi asmatica potrebbe comparire la notte, è importante prevenire l’evento e attuare alcuni comportamenti preventivi:

  • Evitare pasti abbondanti, è sempre bene prediligere porzioni ridotte durante i pasti principali e mangiare più frequentemente durante il giorno.
  • Coricarsi almeno due ore dopo aver mangiato.
  • Fumo e alcol aumentano la probabilità di reflusso gastro-esofageo, evitare o diminuirne il consumo. Si può pensare che quando si parla di alcol ci si riferisca solamente ai super-alcolici, non è così. Anche un bicchiere di vino la sera può indurre l’acidità gastrica, meglio astenersi.
  • Evitare cibi grassi e fritti.
  • Se state assumendo farmaci, assicuratevi che non favoriscano il ritorno del cibo in esofago, in questo caso sarebbe opportuno assumere farmaci antiacidi sotto prescrizione medica. I FANS sono una categoria di farmaci che andrebbero evitati, così come i pirazolonici e l’acidoacetilsalicilico.
  • Seguire una dieta alimentare adeguata (esempi: estenersi da cioccolata, thè, caffè, coca-cola, biscotti, pizza, pomodoro, insaccati salati, peperoni, melanzane, alcolici in generale, carne bollita, frutta secca, etc.).

Se volete restare aggiornati, seguiteci su Facebook cliccando qui.

LEGGI ANCHE: Cancro al rene, i sintomi più comuni.