Allarme per una nuova sindrome misteriosa scoperta a Cuba

  • Le autorità americane stanno indagando sui casi rilevati di “Sindrome dell’Avana” negli Stati Uniti.
  • In origine, le persone riferivano sintomi misteriosi a Cuba.
  • Gli esperti non sono sicuri del motivo per cui le persone hanno sviluppato questi sintomi, solo supposizioni.

La Sindrome dell’Avana è stata identificata per la prima volta nel 2016 negli USA quando funzionari americani avevano segnalato mal di testa ed altri problemi associati. Si aggiungono nuovi casi. Di cosa si tratta?

Sindrome dell’Avana: una condizione psicologica?

La Sindrome dell’Avana è stata identificata per la prima volta nel 2016 con un rapporto preliminare che ha rilevato che alcuni membri del personale del governo degli Stati Uniti a L’Avana, Cuba.

Questi soggetti hanno sperimentato disfunzioni mentali, dell’orecchio interno (acufene, vertigini e ronzii) e dei movimenti oculari “persistenti”, accompagnate da disturbi del sonno e mal di testa.

Secondo il rapporto, le persone colpite sembravano aver subito lesioni a reti cerebrali diffuse “senza una storia associata di trauma cranico“.

Uno studio del 2019 sul Journal of the Royal Society of Medicine ha studiato la possibilità che la Sindrome di Avana sia una forma di “malattia psicogena“.

La malattia psicogena è un termine che si riferisce a disturbi fisici che derivano da fattori di stress emotivi o mentali e probabilmente derivano da una sorta di disturbo psicologico o psichiatrico“, Ken Jones, PsyD, LCSW-S, amministratore della salute comportamentale presso il Texas Health Arlington Memorial Hospital, ha detto a Healthline.

Il dolore psicogeno è reale

Secondo il Dr.Jones, il dolore psicogeno è una condizione in cui l’esperienza del dolore di qualcuno non corrisponde ai suoi sintomi fisici ma esiste.

Tuttavia, l’esperienza del dolore è reale e dovrebbe essere riconosciuta e valutata pienamente“, ha detto. “Il trattamento psicologico può includere la terapia cognitivo comportamentale (CBT), alcuni antidepressivi, nonché antidolorifici non narcotici“.

Alla domanda se una malattia psicogena potesse causare problemi fisici reali che possono essere rilevati dal punto di vista medico, Jones ha risposto: ““.

Le malattie psicogene sono reali e riflettono il potere e la complessità dell’interazione tra la nostra mente e il nostro corpo“, ha spiegato. “Le malattie psicogene possono manifestarsi in condizioni fisiche gravi e croniche che richiedono interventi e trattamenti medici psicologici e talvolta aggiuntivi“.

A pensare che la Sindrome dell’Avana non sia di causa psicogena è il Dr. Darius Kohan, direttore di otologia/neurotologia al Lenox Hill Hospital e al Manhattan Eye, Ear & Throat Hospital di New York, perché i casi sono in aumento e aggiunge: “Una malattia psicogena di massa è altamente improbabile“; è una condizione che si sta espandendo ma viene esclusa l’origine infettiva di questa sindrome.

Il Dr. Kohan non sa dare una spiegazione, piuttosto una supposizione: “Penso che stia succedendo qualcosa e l’unica cosa che possiamo pensare è una sorta di irradiazione esterna che sta influenzando i pazienti e la cognizione delle persone“, ha concluso.

Le autorità del Governo degli Stati Uniti continuano ad indagare e monitorare la Sindrome dell’Avana nei loro funzionari.