5 modi veloce per contrastare la costipazione

La costipazione, un disagio frustrante e doloroso, nella maggior parte dei casi si verifica perché non mangiamo abbastanza fibre o perché siamo disidradati. Ecco alcuni consigli utili.

0
costipazione

La costipazione, un disagio frustrante e doloroso, nella maggior parte dei casi si verifica perché non mangiamo abbastanza fibre o perché siamo disidradati.

Ecco, a tal proposito, sei modi veloci per tentare di rimediare alla stitichezza, come riportati su Brightside.me.

Bere té al limone e miele

Prepariamo un tè aggiungendo miele e limone all’acqua. Il miele è un lassativo e aiuta anche a ridurre l’acidità del tè provocata dal limone. Il limone agisce come stimolante naturale dell’apparato digerente e aiuta a eliminare le tossine dal corpo.

Bere molta acqua

Gli uomini dovrebbero bere almeno 3,7 litri di liquidi e le donne 2,7 litri al giorno. Questo perché le feci dure e secche sono la causa più comune di costipazione e bere abbastanza acqua mantiene il corpo adeguatamente idratato e facilita il passaggio delle feci. I succhi di pera e mela sono lassativi naturali lievi.

Evitare, invece, le bevande contenenti la caffeina e le bibite perché sono diuretiche.

Mangiare cibo ricco di fibre

Il cibo ricco di fibre agisce come lassativo naturale perché aiutano le feci a trattenere più acqua. Bisognerebbe includere almeno 20-35 grammi di fibre nell’alimentazione quotidiana. Fonti alimentari ricche di fibre: cavoletti di Bruxelles, mele, fichi, crusca e fagioli neri.

Mangiare prugne secche

Non soltanto le prugne sono ricche di fibre ma contengono anche il sorbitolo, uno zucchero che scioglie le feci, alleviando la costipazione in maniera naturale. Cento grammi di prugne contengono 14,7 grammi di sorbitolo. Le prugne, comunque, impiegano un po’ di tempo prima di fare effetto: circa una – due ore.

Yogurt

Anche se si consiglia di stare lontano dai prodotti lattiero-caseari se si soffre di costipazione, lo yogurt rappresenta l’eccezione perché contiene i probiotici come il Bifidobacterium longum o il Bifidobacterium animalis che facilitano la motilità intestinale.

Commenti