Scopri i 3 segni tipici di un serial killer

Secondo lo psichiatra John M. MacDonald, tre segni potrebbero indicare la predisposizione di un bambino a diventare uno psicopatico.

Serial Killer

Secondo lo psichiatra John M. MacDonald, tre segni potrebbero indicare la predisposizione di un bambino a diventare uno psicopatico. Questa è la “triade di MacDonald”. Ecco di cosa si tratta.

La “Triade di MacDonald”, o “Triade della sociopatia”

Nel 1963, lo psichiatra John M. MacDonald pubblicò un articolo sulla rivista scientifica American Journal of Psychiatry . L’articolo suscitò scalpore e interessò persino l’FBI, che partecipò alla diffusione della sua teoria presso il grande pubblico. Secondo lui, tre segnali rivelatori potrebbero prevedere il comportamento criminale di una persona anni prima che agisca:

  1. Crudeltà sugli animali.
  2. La tendenza a dare fuoco agli oggetti
  3. Enuresi notturna involontaria (urinare a letto)

Nella realtà, quando vediamo un bambino che dà fuoco ai suoi giocattoli o tortura un gatto, generalmente non è un buon segno. Secondo Healthline, la ricerca ha dimostrato che gli psicopatici hanno questo tipo di comportamento durante la loro giovinezza. Ma anche se tuo figlio tende a essere sadico nei confronti delle formiche, ciò non significa che da adulto diventerà un serial killer.

Una teoria controversa

Sono stati condotti altri lavori su questo argomento ma nessuno ha trovato un legame significativo tra la presenza di questi segni e il comportamento psicopatico.

Ciò non significa che non vi sia alcun nesso di causalità: essere crudeli con gli animali, dare fuoco agli oggetti e urinare a letto possono essere la conseguenza di maltrattamenti, che a loro volta possono generare comportamenti violenti in un individuo. E come sottolinea Healthline, prevedere la psicopatia di una persona risulta impossibile, ma:

Dopo decenni di ricerca, è stato suggerito che alcuni predittori di violenza siano modelli piuttosto comuni nelle persone che commettono atti di violenza o omicidio da adulti“.

Uno sguardo al passato

Ciò che accomuna tutti i serial killer è aver subito umiliazioni durante l’infanzia all’interno della loro famiglia, violenza fisica e/o psicologica durante i primi anni di vita da parte dei genitori, in poche parole: sadiche umiliazioni.

LEGGI ANCHE: A che ora la pausa caffè quando siamo al lavoro?