22enne mette un cucchiaio di caffeina nel frullato di proteine e muore

Un giovane di 22 anni è stato trovato morto dai genitori dopo avere consumato un frullato di proteine con un cucchiaio di polvere di caffeina.

Un giovane musicista è deceduto dopo avere aggiunto soltanto un cucchiaino di polvere di caffeina in un frullato di proteine. Ora la sua famiglia sta mettendo in guardia la gente sull’uso di questa sostanza.

Lachlan Foote è morto il giorno prima del suo 22esimo compleanno dopo essere svenuto e non aver mai ripreso conoscenza in casa sua, in Australia.

Penso che la mia polvere proteica sia sparita“, ha scritto il giovane a un amico su Facebook, poche ore prima di morire. “Ho appena fatto un frullato anti-sbornia e ha un sapore terribile”, ha aggiunto.

La mattina dopo il giovane è stato trovato “morto e freddo” sul pavimento del bagno dai genitori Nigel e Dawn.

Il medico legale ha affermato che Lachlaan è morto per intossicazione da caffeina.

Un singolo cucchiaino di caffeina, infatti, equivale a 30 tazze di caffè, una quantità che può causare un arresto cardiaco. La dose raccomandata sulle confezioni, tra l’altro, di solito indica soltanto un sedicesimo di cucchiaino.

Ecco cosa succede al tuo corpo se non assumi più caffeina

Tuttavia, la sostanza, nonostante sia stata bandita dagli Stati Uniti l’anno scorso dopo la morte di uno studente universitarie, è legale e facilmente disponibile in Australia.

I genitori di Lachlan Foote adesso chiedono che la polvere venga regolata in Australia o che almeno vengano emesse delle avvertenze sugli effetti che può causare, tra cui la morte.

Caffeina: fa bene o fa male?