Meningite, 66enne morto a Lavagna (Genova)

Un uomo di 66 anni è deceduto martedì scorso, 24 aprile, a causa della meningite.

0
132

Un uomo di 66 anni è deceduto martedì scorso, 24 aprile, a causa della meningite.

Il decesso è avvenuto a Lavagna (Genova) e la vittima era un imprenditore molto noto nel campo dell’edilizia, residente a Rapallo, ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale del luogo.

L’uomo è stato colpito da neisseria meningìtidis, noto anche come meningococco.

Come si apprende dal SecoloXIX.it, l’uomo era affetto “da seri problemi ematologici e con difese immunitarie azzerate, le condizioni dell’impresario si sono aggravate a causa dell’infezione contratta“.

Il 118 è stato contatto, nella notte tra lunedì e martedì, dai familiari e il 66enne è arrivato al pronto soccorso intorno alle 4 del mattino.

Ritenuto intrasportabile a Genova, l’uomo è stato stabilizzato e ricoverato in isolamento nel reparto di Rianimazione, dov’è morto.

L’ASL 4 ha subito fatto scattare la profilassi anti contagio nei confronti di chi è entrato in contatto con ‘uomo: familiari, personale sanitario, ecc.

L’ASL 4 Chiavarese ha anche diramato una nota stampa in cui si legge che “corre l’obbligo inoltre di evidenziare che si è trattato di un caso isolato di infezione meningococcica prontamente riconosciuta e trattata e confermare che le misure di prevenzione sono già state attuate. Per chi volesse avere ulteriori informazioni è possibile comunque contattare l’Ufficio Igiene Asl 4 ai numeri telefonici indicati: 0185 329037 – 0185 329041“.

Commenti