Endometriosi: cos’è, cause e sintomi

0
3569

L’endometriosi può causare periodi dolorosi e dolori persistenti nell’area pelvica, infertilità e altri sintomi.

I sintomi possono variare da lievi a gravi.

Le opzioni di trattamento includono antidolorifici, trattamenti ormonali e chirurgia.

Premettendo che l’endometrio è il tessuto che allinea l’interno del ventre (utero), l’endometriosi è una condizione in cui il tessuto endometriale si trova all’esterno dell’utero.

L’endometrio, in pratica, è ‘intrappolato’ nell’area pelvica e nella pancia inferiore (addome) e, raramente, in altre aree del corpo.

 

CHI SVILUPPA L’ENDOMETRIOSI

Il numero esatto delle donne che sviluppano l’endometriosi non è noto. Ciò perché molte donne hanno l’endometriosi senza sintomi o con sintomi lievi che non vengono diagnosticati.

Le indagini per diagnosticare l’endometriosi sono eseguite solo se i sintomi diventano fastidiosi.

Quest’ultimi si sviluppano, in genere, tra i 25 e i 40 anni.

A volte, però, i sintomi compaiono in età adolescenziale e possono riguardare qualsiasi donna.

Tuttavia, l’endometriosi è più comune nei parenti prossimi delle donne affette.

L’endometriosi, inoltre, è rara nelle donne in menopausa, dal momento che, per svilupparla, è necessario l’estrogeno, l’ormone femminile. I livelli di estrogeno, infatti, ‘crollano’ dopo la menopausa.

Importante sottolineare, poi, che la pillola contraccettiva riduce il rischio di sviluppare l’endometriosi. Questo effetto protettivo può persistere fino a un anno dopo l’interruzione della pillola.

LE CAUSE DELL’ENDOMETRIOSI

Attualmente non sappiamo cosa provoca l’endometriosi.

La maggior parte degli esperti concorda sul fatto che ci sono molti fattori responsabili, inclusi motivi genetici, immunologici e ormonali.

I SINTOMI DELL’ENDOMETRIOSI

Molte donne con l’endometriosi non hanno sintomi.

Nel caso di sintomi, quelli più comuni sono i seguenti:

  • Periodi dolorosi. Il dolore comincia tipicamente alcuni giorni prima del ciclo mestruale e di solito dura per tutto il periodo. È differente dal dolore normale del ciclo che di solito non è così grave e non dura per lungo tempo.
  • Sesso doloroso. Il dolore si avverte all’interno e può durare per lungo tempo.
  • Dolore all’addome e alla zona pelvica. A volte il dolore è costante, ma di solito è peggio nei giorni poco prima e durante il ciclo mestruale.
  • Possono verificarsi altri sintomi mestruali, come il sanguinamento tra un ciclo e l’altro.
  • Ridotta fertilità. Ciò può essere dovuto all’endometriosi che blocca il passaggio dell’ovulo dall’ovaia alla tuba di Falloppio.
  • Altri sintomi includono il dolore al momento della defecazione, il dolore nell’addome al passaggio dell’urina e raramente la presenza di sangue nelle urine e nelle feci.

DIAGNOSI DELL’ENDOMETRIOSI

I sintomi causati dall’endometriosi possono essere provocati da altre condizioni.

Pertanto, se uno dei sintomi elencati poc’anzi diventano persistenti, sono solitamente consigliati dei test per individuare la causa.

L’endometriosi, di norma, è confermata da una laparoscopia. Si tratta di una piccola operazione che prevede di effettuare un piccolo taglio nella parete addominale, poco sotto l’ombelico.

Un sottile strumento telescopio (un laparoscopio) viene spinto attraverso la pelle per guardare dentro. L’endometriosi, infatti, può essere osservata dall’occhio del medico.

Commenti