Aveva una tenia nelle vertebre. 35enne operata d’urgenza

La donna ha rischiato di essere tetraplegica.

0
7839
tenia in 3d
Tenia in 3D.

Una donna di 35 anni, che soffriva di idatitosi, una malattia causata dalla ingestione accidentale di uova e larve di parassiti, è stata operata con successo a Digione, in Francia.

Lo riporta il New England Journal of Medicine. Un verme piatto (tenia) si era depositato in una delle sue vertebre e ne comprimeva il midollo spinale.

La donna è stata ricoverata d’urgenza lo scorso autunno in Côte-d’Or, dopo un mal di schiena intenso. La paziente avvertiva “scosse elettriche” nelle sue gambe e ha avuto difficoltà a cavalcare i cavalli per quasi tre mesi.

Dopo diversi esami, i medici si sono resi conto che il paziente aveva una tenia nella nona vertebra della schiena. Una malattia rara causata dall’ingestione accidentale di uova di parassiti o dal contatto con animali (cani, bestiame …) o dal consumo di alimenti contaminati con escrementi. Una volta ingerite, queste uova si trasformano in un verme piatto.

La larva che infettava la paziente si muoveva nel suo corpo attraverso i vasi sanguigni. La tenia è rimasta, poi, in un posto estremamente raro, la nona vertebra della schiena. La donna, perciò, ha rischiato di diventare tetraplegica.

La donna ha subito un’operazione complessa. Nove mesi dopo, non ci sono state conseguenze e, fortunatamente, nessun altro verme si è insediato sul suo corpo.

Questa malattia, diffusa nei tropici, è molto rara in Europa.

Commenti