Vuoi aumentare l’aspettativa di vita? Le 3 migliori spezie da scegliere

Non puoi conoscere la tua aspettativa di vita ma puoi fare del tuo meglio per allungarla inserendo queste 3 spezie nella tua dieta alimentare.

Non puoi conoscere la tua aspettativa di vita ma puoi fare del tuo meglio per allungarla inserendo queste 3 spezie nella tua dieta alimentare.

Aspettativa di vita e spezie a tavola

Prendendo decisioni di stile di vita salutari puoi ridurre il rischio di sviluppare delle complicanze potenzialmente letali e scegliendo un tipo di alimentazione sana puoi combattere gravi problemi di salute, basta apportare delle modestie modifiche aggiungendo queste 3 spezie a tavola.

Peperoncino di Cayenna

Il peperoncino di Caienna è un alimento base di piatti piccanti, ma oltre a migliorare alcuni pasti, ha anche dimostrato di fornire benefici protettivi.

Sono differenti le ricerche che ne dimostrano i benefici.

Una ricerca mostra che la capsaicina, il principio attivo del pepe di Caienna, riduce l’appetito e aumenta la combustione dei grassi.

Questo potrebbe aiutare nel combattere lo sviluppo dell’obesità che comporta malattie cardiache e alcuni tipi di cancro.

Uno studio ha rilevato che l’aggiunta di un grammo di peperoncino ai pasti riduce l’appetito e aumenta la combustione dei grassi nelle persone che non mangiano regolarmente peperoni.

Alcuni studi sugli animali hanno anche scoperto che la capsaicina combatte alcune forme di cancro, tra cui il cancro ai polmoni, al fegato e alla prostata.

La curcuma

La spezia di curcuma derivata dalla famiglia dello zenzero ed ha dimostrato di offrire una certa protezione contro una serie di minacce per la salute.

L’ingrediente magico è un composto bioattivo presente nella curcuma chiamato curcumina, che si ritiene aiuti a mantenere la funzione del cervello, del cuore e dei polmoni, oltre a proteggere dai tumori e dalle malattie legate all’età.

La curcumina è anche collegata a una maggiore durata della vita sia negli insetti che nei topi, oltre ad essere impiegata nel trattamento dei disturbi digestivi grazie alla sua azione coleretica e colagoga, carminativa e antispastiche.

Utilizzata anche per perdere peso.

La cannella

La cannella è spesso usata per dare un tocco in più a molti piatti, ma un composto trovato nella spezia chiamata cinnamaldeide è responsabile dei suoi benefici.

La cannella ha una potente attività antiossidante, aiuta a combattere l’infiammazione e ha dimostrato di abbassare il colesterolo e i trigliceridi nel sangue.

Il colesterolo e i trigliceridi sono tipi di grasso presenti nel sangue che possono ostruire le arterie e aumentare il rischio di malattie cardiache.

Tuttavia, i benefici protettivi della cannella sono più pronunciati nei suoi effetti sui livelli di zucchero nel sangue.

La cannella può abbassare lo zucchero nel sangue attraverso diversi meccanismi, tra cui il rallentamento della degradazione dei carboidrati nel tratto digerente e il miglioramento della sensibilità all’insulina.

Gli studi hanno dimostrato che la cannella può abbassare gli zuccheri nel sangue a digiuno del 10-29% nei pazienti diabetici, che è una quantità significativa.