Varicosi: cos’è, perché si sviluppa e i fattori di rischio

La varicosi è una malattia molto comune soprattutto nelle donne. Oltre il 25% di tutti gli adulti soffre di questa condizione.

0

Hai mai sentito parlare di varicosi? Si verifica quando le vene si riempiono eccessivamente di sangue e si ingrandiscono. Le vene così diventano visibili e hanno un colore bluastro-viola.

La varicosi è una malattia molto comune soprattutto nelle donne. Oltre il 25% di tutti gli adulti soffre di questa condizione. Nella maggior parte dei casi, la varicosi colpisce le vene degli arti inferiori.

La varicosi si sviluppa quando le vene non funzionano correttamente. Le nostre vene hanno valvole speciali che impediscono al sangue di muoversi all’indietro. Se queste valvole smettono di funzionare correttamente, il sangue comincia ad accumularsi nelle vene.

Di conseguenza, le vene iniziano ad allargarsi e a ferirsi. Le vene varicose di solito appaiono sulle gambe perché sono lontane dal cuore e per via della gravità è difficile che il sangue fluisca verso l’alto.

FATTORI DI RISCHIO

  • la gravidanza;
  • la menopausa;
  • età superiore a 50 anni;
  • stare a lungo in piedi;
  • sovrappeso;
  • storia familiare

I primi sintomi di varicosi sono abbastanza evidenti: le vene diventano più visibili e deformate. In caso di comparsa, consultare un medico al più presto perché un trattamento adeguato può evitare il peggioramento della condizione.

Alcuni cambiamenti nello stile di vita possono anche contribuire, come il non stare a lungo in piedi e controllare il peso.