Varicocele, quali sono sintomi, diagnosi e trattamento?

Il varicocele è una condizione che colpisce gli uomini e - seppur a volte asintomatico - può provocare dolore e differenti sintomi. Scopriamoli.

  • Il varicocele è una dilatazione patologica delle vene testicolari.
  • Può essere asintomatico ma provocare dolore e fastidio soprattutto durante 3 condizioni.
  • Tuttavia, sono presenti dei sintomi che possono rientrare in un quadro clinico di altre patologie. Sarà il medico a porre diagnosi di varicocele tramite esame obiettivo e strumentale.

Il varicocele è una condizione che colpisce gli uomini e – seppur a volte asintomatico – può provocare dolore e differenti sintomi. Scopriamoli.

I sintomi del varicocele

Per varicocele s’intende una dilatazione patologica delle vene testicolari che si occupano di drenare il sangue nel testicolo. La complicanza più temibile è la diminuzione della quantità e della qualità dello sperma (oligospermia).

Dunque, riconoscere i sintomi è un modo per fronteggiare questo disturbo.

Nonostante il varicocele possa non presentare dei sintomi, può provocare fastidio, dolore o senso di peso in 3 circostanze:

  • dopo un rapporto sessuale;
  • dopo un tempo prolungato in posizione eretta;
  • dopo un intenso esercizio fisico.

I sintomi che vengono identificati – e che andremo a riportare – potrebbero essere presenti anche in altre patologie:

  • Astenospermia (anomalia caratterizzata dalla ridotta o dall’assente motilità degli spermatozoi nell’eiaculato).
  • Atrofia testicolare (riduzione del volume di uno o entrambi i testicoli).
  • Azoospermia (consiste nell’assenza di spermatozoi nell’eiaculato maschile)
  • Dolore all’inguine.
  • Dolore testicolare.
  • Ipofertilità (capacità riproduttiva inferiore al normale).
  • Massa o tumefazione nel testicolo
  • Senso di fastidio al testicolo
  • Teratozoospermia (è un’anomalia dello sperma, caratterizzata dalla presenza di spermatozoi malformati)
  • Vene dilatate palpabili a livello scrotale

Diagnosi e trattamento

Può essere un esame obiettivo effettuato dal medico a determinare tramite la palpazione, tuttavia le vene si presentano dilatate e facilmente riconoscibili oppure il testicolo può apparire gonfio.

Nondimeno, per porre diagnosi è necessario sottoporsi ad un’ecografia testicolare con doppler dei vasi spermatici e lo spermiogramma esame che consente di evidenziare anomalie di numero, motilità e morfologia degli spermatozoi.

La correzione chirurgica del varicocele può essere indicata quando il varicocele interferisce con il normale sviluppo dei testicoli o nel caso in cui la fertilità presenta una diminuzione.