Vaginite atrofica: sintomi, cause e trattamento

Durante la menopausa il corpo della donna subisce molti cambiamenti (a causa della diminuzione degli estrogeni): uno di questi è la secchezza vaginale.

0
candida vaginale

Durante la menopausa il corpo della donna subisce molti cambiamenti (a causa della diminuzione degli estrogeni): uno di questi è la secchezza vaginale.

Questa condizione è definita vaginite atrofica. Tuttavia ci sono altre condizioni che possono causare la secchezza vaginale.

Quali sono i sintomi della vaginite atrofica?

Oltre alla secchezza vaginale, i sintomi della vaginite atrofica possono includere:

  • sensazione di bruciore e prurito alla vagina;
  • restringimento o accorciamento del canale vaginale;
  • dolore durante il rapporto sessuale;
  • presenza di sangue dopo il rapporto sessuale;
  • frequente bisogno di urinare;
  • sensazione di bruciore durante la minzione;
  • infezioni ricorrenti del tratto urinario.

In presenza dei sintomi sopra descritti, è necessario rivolgersi a un ginecologo, che saprà consigliare i trattamenti per alleviare i sintomi. 

Le cause di vaginite atrofica

La vaginite atrofica si sviluppa a causa di un calo della produzione di estrogeni. Oltre alla menopausa, una riduzione dei livelli di estrogeni può essere dovuta:

  • ovariectomia (rimozione chirurgica delle ovaie);
  • trattamenti contro il cancro (compresi chemioterapia, radioterapia pelvica e terapia ormonale per trattare il cancro al seno).
  • I livelli di estrogeni possono anche essere inferiori per qualche tempo dopo il parto.

Fattori di rischio di vaginite atrofica

Una donna ha maggiori probabilità di sviluppare una vaginite atrofica se:

  • fuma;
  • non ha mai partorito o se il parto è avvenuto solo attraverso il cesareo;
  • non è sessualmente attiva.

Trattamento della vaginite atrofica

Esistono delle misure da seguire per alleviare il disagio derivante dalla vaginite atrofica:

  • indossare biancheria intima di cotone;
  • astenersi dall’utilizzare saponi profumati, deodoranti e altri prodotti profumati per le parti intime;
  • applicare un lubrificante prima del rapporto sessuale;
  • usare un idratante vaginale a base d’acqua (assicurarsi di non essere ipersensibili o allergici a nessuno dei componenti del prodotto prima di procedere all’applicazione).

 

Commenti