Vaccino di AstraZeneca, Irlanda chiede lo stop della somministrazione

Le autorità sanitarie dell'Irlanda hanno chiesto al governo di sospendere la somministrazione del vaccino di AstraZeneca.

Le autorità sanitarie dell’Irlanda hanno chiesto al governo di sospendere la somministrazione del vaccino di AstraZeneca dopo aver analizzato i nuovi dati sul farmaco forniti dall’Agenzia per il farmaco norvegese sul rischio di coaguli nel sangue.

Lo riporta Skynews. Il vice direttore della Sanità irlandese, Ronan Glynn, ha precisato che non sono stati provati «collegamenti tra il vaccino anti-Covid AstraZeneca e alcuni casi che si sono verificati» di coaguli nel sangue. Tuttavia, «in base al principio di precauzione e in attesa di ricevere ulteriori informazioni si raccomanda di sospendere temporaneamente il programma di vaccinazione» con quel farmaco.

Diversi altri Paesi europei hanno sospeso temporaneamente la somministrazione di dosi di vaccino AstraZeneca in seguito alle segnalazioni di persone che hanno sofferto di coaguli di sangue. Ad esempio Danimarca, Norvegia e Islanda.

LEGGI ANCHE: Quali sono le reazioni avverse del vaccino di AstraZeneca?