Vaccino Covid-19 e disabili, la guida completa per accedere alla vaccinazione

Tutte le persone con disabilità in possesso della relativa certificazione, unitamente ai loro caregiver, hanno diritto alla priorità nell’accesso alla campagna di vaccinazione.

  • La campagna vaccinale è accessibile in maniera prioritaria per coloro che vivono una condizione di disabilità.
  • Anche i caregiver e/o conviventi hanno diritto alla vaccinazione.
  • In questo articolo una guida regione per regione per accedere alla vaccinazione.

Tutte le persone con disabilità in possesso della certificazione rilasciata ai sensi della legge 104/92, art. 3, comma 3, unitamente ai loro caregiver e/o conviventi hanno, in forza di questo decreto, diritto alla priorità nell’accesso alla campagna.

Il diritto alla vaccinazione prioritaria per i disabili: i requisiti

Le notizie diffuse fino adesso sono state disomogenee e, in molti territori della nazione, piuttosto confuse. Molte famiglie che non fanno parte di qualche associazione fanno ancora fatica ad accedere alla campagna vaccinale nonostante il dichiarato accesso prioritario insieme ai caregiver e/o conviventi del disabile grave approvato il 10 marzo scorso.

Un piano strategico nazionale che non è stato ancora totalmente ‘assimilato’ dalle diverse realtà locali per mancanza di conoscenza.

Vogliamo sottolineare che hanno diritto alla vaccinazione prioritaria le persone con disabilità che rientrano nella categoria 1, “elevata fragilità”, ossia coloro che presentano alcune patologie (persone con elevata vulnerabilità) o una disabilità grave (riconoscimento ai sensi dell’art. 3, comma 3, della legge 104/92) secondo le seguenti definizioni:

a) persone estremamente vulnerabili con danno d’organo preesistente o compromissione della risposta immunitaria al SARS-CoV-2, identificate dalla tabella 1 (presente in fondo al documento);

b) persone con disabilità fisica, sensoriale, intellettiva, psichica in possesso del riconoscimento della condizione di gravità ai sensi dell’art. 3, comma 3, della legge 104/92, identificate dalla tabella 2 (presente in fondo al documento). [Fonte: handylex.org]

Anche la vaccinazione dei genitori/tutori/affidatari dei minori, conviventi e caregiver deve essere inserita in priorità rispetto al resto delle categorie e della generalità della popolazione.

Modalità di prenotazione regione per regione

ABRUZZO

Per procedere alla prenotazione bisogna collegarsi al portale dedicato al seguente link. Possono accedere:

– CAREGIVER DISABILE GRAVE AI SENSI DELLA LEGGE 104 ART.3 COMMA 3 che forniscono assistenza continua in forma gratuita o a contratto (e’ necessario immettere il codice fiscale dell’assistito in possesso della 104 art.3 comma 3)

– FAMILIARI CONVIVENTI CON DISABILI GRAVI AI SENSI DELLA LEGGE 104 ART.3 COMMA 3 (e’ necessario immettere il codice fiscale del familiare in possesso della 104 art.3 comma 3)

– CAREGIVER GIA’ ISCRITTO IN PIATTAFORMA CON L’ASSISTITO (verranno riportati i dati della precedente adesione con i riferimenti ad uno degli assistiti da cui si e’ stati indicati come caregiver – Per questa categoria e’ possibile solamente il controllo e l’eventuale cancellazione dall’elenco)

BASILICATA

Il sito dedicato è quello di Poste Italiane, per prenotarsi sono sufficienti codice fiscale e numero di tessera sanitaria.
I caregiver saranno vaccinati previa autocertificazione.
È prevista la vaccinazione anche per i due caregiver principali dei soggetti con disabilità gravissima (Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 26 settembre 2016 – GU n 280 del 30/11/2016), previa richiesta all’Azienda sanitaria provinciale.

CALABRIA

Sul sito della Regione si legge quanto segue: “Nei prossimi giorni, sarà disponibile la piattaforma informatica, messa a punto dalla Protezione civile, con la quale raccogliere le istanze dei soggetti che forniscono assistenza a un soggetto non autosufficiente, con problematiche dovute a disabilità e/o invalidità. A seguito di tale registrazione, dopo le dovute verifiche del caso, il soggetto caregiver potrà effettuare la prenotazione della somministrazione sulla piattaforma di Poste italiane“.

CAMPANIA

Sul sito dedicato della regine Campania si legge che è aperta la piattaforma regionale dedicata alle adesioni, in via telematica, alle vaccinazioni riservate ai pazienti fragili inseriti dal Ministero nella Tabella 2 della Categoria 1, relativa alla disabilità fisica, sensoriale, intellettiva, psichica, ai sensi della legge 104/1992, art.3 comma 3.

L’adesione potrà essere registrata in forma diretta, senza rivolgersi ai medici di medicina generale. È prevista anche l’adesione di chi fornisce (convivente/caregiver) assistenza continuativa al paziente.
Per le altre forme di grave fragilità previste dalla Tabella 1 del piano vaccini (malattie respiratorie, cardiocircolatorie, neurologiche, diabete, fibrosi cistica, insufficienza renale, malattia epatica, oncologica, trapiantati, HIV…), si conferma l’adesione da parte dei medici di medicina generale.

EMILIA ROMAGNA

Bisogna verificare presso la singola ASL la metodologia di adesione al vaccino, le persone che rientrano nella categoria ‘estremamente vulnerabili’ saranno contattate e prese in carico direttamente dall’Azienda Sanitaria di riferimento.

FRIULI VENEZIA GIULIA

Si può prenotare la vaccinazione per persone disabili gravi ai sensi della legge 104/1992 art. 3 comma 3 tramite il CUP delle Aziende Sanitarie e delle farmacie, oppure tramite il Call center al numero unico 0434 223522.

I conviventi e i caregiver che forniscono assistenza continuativa in forma gratuita o a contratto al momento della somministrazione dovranno portare l’autocertificazione compilando la dichiarazione modello D.

LAZIO

E’ prevista la vaccinazione anche per i due caregiver principali dei soggetti con disabilità gravissima. I due caregiver principali, ove non già prenotati, accedono alla vaccinazione attraverso la chiamata diretta e attiva da parte della ASL competente per territorio oppure attraverso la chiamata diretta ed attiva del Centro di riferimento che ha in carico gli assistiti per la specifica patologia. Per informazioni sull’accesso alla vaccinazione di caregiver o conviventi è possibile contattare il numero dedicato 06164161841.

LIGURIA

Per il vaccino dei caregiver in Liguria, ovvero coloro che assistono le persone con legge 104, articolo 3 comma 3, dovranno contattare il proprio medico di medicina generale che li identificherà con questo ruolo e dopo 7 giorni da questo passaggio, effettuato dal loro medico di famiglia per l’abilitazione della tessera sanitaria, potranno prenotarsi utilizzando il portale.

LOMBARDIA

I caregiver e i familiari conviventi delle persone con grave disabilità che accompagneranno all’appuntamento la persona con disabilità ai sensi della legge 104 art 3 comma 3 da vaccinare, potranno essere vaccinati contestualmente, senza prenotazione, previa presentazione, al momento dell’accoglienza al Centro, di apposita autocertificazione.
Lo stesso potranno fare i conviventi dei pazienti estremamente vulnerabili limitatamente alle situazioni per le quali le Raccomandazioni Ministeriali prevedono la vaccinazione anche per loro.

MARCHE

Nel sito ufficiale viene indicato che familiari, conviventi e caregiver dei pazienti con disabilità grave, potranno prenotarsi sulla piattaforma di prenotazione. Dovranno presentare autocertificazione al momento della vaccinazione e saranno vaccinati presso i PVP, i punti di vaccinazione di popolazione attivi sul territorio. Al momento della vaccinazione dovrà essere presentata l’autocertificazione relativa alla appartenenza alle categorie indicate.

MOLISE

In Molise è prevista la valutazione del caso e per poter procedere all’autorizzazione di adesione dei conviventi/caregiver bisogna inviare una email al seguente indirizzo conviventi.vulnerabili@regione.molise.it contenente:
– la dichiarazione sostituiva editabile, sottoscritta e firmata dai conviventi/caregiver del soggetto vulnerabile, nella quale gli stessi dichiarino di essere conviventi o caregiver del soggetto estremamente vulnerabile (LA DICHIARAZIONE DEVE ESSERE UNICA E PERSONALE PER OGNI CONVIVENTE/CAREGIVER);
– allegare un documento di riconoscimento in corso di validità dei dichiaranti conviventi/caregiver;
– indicare nella mail il codice di adesione alla campagna vaccinale del soggetto estremamente vulnerabile (non indicarlo nel caso di minori vulnerabili);
– inviare copia del tesserino di esenzione per patologia del soggetto estremamente vulnerabile, rilasciato dalla Azienda Sanitaria oppure, se in possesso, copia del verbale di riconoscimento allo stesso in qualità di disabile grave ai sensi della Legge 104/92 art. 3 comma 3.

PIEMONTE
In Piemonte è previsto che i soggetti affetti da patologie gravi (“estremamente vulnerabili”) non dovranno effettuare la preadesione on line perché saranno inserite nel piano vaccinale dal proprio medico di famiglia. Per i caregiver di queste persone è quindi indicato di consultare il medico di famiglia.

PUGLIA

In Puglia le persone con elevata fragilità vengono chiamate del proprio medico di medicina generale o del centro specialistico di cura (es., centro dialisi, centro di cura della talassemia). La persona interessata con grave disabilità contatta il proprio medico.
La presenza di familiari conviventi e caregiver può essere comunicata al medico o al centro di cura. I centri specialistici prendono in carico anche conviventi e caregiver. Se la vaccinazione è in carico al medico di medicina generale, questo vaccina anche conviventi e caregiver se sono suoi assistiti, altrimenti rilascia una attestazione di fragilità che i caregiver presentano al proprio medico per la vaccinazione.

SARDEGNA

Non risulta ancora attivo sul portale dedicato la sezione riservata a persone con disabilità o caregiver.

SICILIA

Il portale dedicato segnala che, per quanto riguarda il vaccino a disabili gravissimi, a beneficiarne sono tutti i cittadini iscritti negli elenchi speciali che ricevono già l’assegno di cura del fondo di cui al DP Reg. Siciliana n. 589 del 31 agosto 2018 e i loro familiari e caregiver. Non è necessaria la prenotazione tramite piattaforma digitale o call center, è compito delle Asp competenti per territorio contattare gli utenti e stabilire i criteri di vaccinazione.

TOSCANA

La campagna di vaccinazione in Toscana procede con le seguenti modalità, come si legge dal sito della regione toscana:

  • Persone con più di 80 anni (compiuti):
    • Le persone con più di 80 anni (compiuti) possono prenotare la vaccinazione sul portale, oppure chiamare il n° 800 11 77 44 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00
    • Persone con Elevata Fragilità (persone estremamente vulnerabili e/o con gravi disabilità), che non hanno compiuto 80 anni ad oggi, devono tutte comunque registrarsi sul portale regionale (possono esserci degli intervalli di chiusura delle registrazioni).

Una volta fatta la registrazione, sia le persone in categoria A che quelle in categoria B, possono prenotare la vaccinazione sul portale inserendo il codice di prenotazione (8 cifre) ricevuto per sms. È necessario presentarsi all’appuntamento con la documentazione che attesti la patologia e/o la condizione di disabilità, che sarà verificata dai professionisti al punto vaccinale.

Le persone estremamente vulnerabili e/o con disabilità gravi che durante la registrazione hanno dichiarato di essere impossibilitate a muoversi vengono contattate dalle aziende sanitarie territoriali e vaccinate a domicilio.

I genitori/tutori/affidatari di minori fino a 16 anni estremamente vulnerabili e/o con disabilità gravi (ad oggi non vaccinabili in virtù della loro età), già registrati sul portale regionale, saranno contattati dalle aziende sanitarie per la vaccinazione.

Per tutti gli altri conviventi e/o caregiver delle persone affette da patologie per le quali il piano nazionale ne prevede la vaccinazione (persone estremamente vulnerabili e persone portatrici di disabilità gravi) già registrati sul portale, riceveranno un sms con codice a 8 caratteri per prenotare la vaccinazione.

TRENTINO ALTO ADIGE

E’ online un portale dedicato alle prenotazioni, attivate di volta in volta per fasce di appartenenza.

UMBRIA

Si possono prenotare tramite il portale web o in farmacia:

1) Tutti i soggetti beneficiari del codice di invalidità di cui alla Legge 104/1992 art. 3 comma 3.
In merito alla vaccinazione dei soggetti estremamente vulnerabili beneficiari della Legge 104 art. 3 comma 3, si comunica che la Regione Umbria ha inserito a sistema gli elenchi pervenuti dall’INPS. Coloro che non riuscissero ad effettuare la prenotazione, in particolare chi ha ricevuto l’esenzione prima del 2010 e i soggetti minorenni, dovranno contattare il proprio medico curante esibendo il certificato cartaceo da cui si evince il riconoscimento di un handicap ai sensi della Legge 104 art. 3 comma 3. Il medico provvederà a validare la condizione posseduta e renderà possibile la prenotazione da parte del cittadino.

2 ) Tutti coloro che posseggono un codice di esenzione per patologia.
Per le categorie di soggetti estremamente vulnerabili che hanno diritto alla vaccinazione dei loro caregiver e familiari conviventi.

Per prenotarsi tramite il portale dovranno accedere al sito:

1) abilitarsi inserendo il proprio codice fiscale, il numero di tessera sanitaria e il codice fiscale del soggetto vulnerabile che si assiste e accedere alla prenotazione.
2) una volta effettuata la prenotazione, il modello di autocertificazione sarà prodotto assieme ai moduli allegati alla prenotazione. L’autocertificazione dovrà essere compilata e portata il giorno dell’appuntamento per essere consegnata agli operatori.

VALLE D’AOSTA

In Val d’Aosta è il medico della USL a contattare i cittadini, in base alle priorità. Non vengono fornite ulteriori informazioni sul portale dedicato.

VENETO

Il Veneto ha attivato un portale unico dal quale si può selezionare la propria ULSS e prenotarsi, se si appartiene alle categorie previste dal calendario vaccinale.
I soggetti estremamente vulnerabili affetti da patologie severe e/o immunodeficienza rientranti nelle “Aree di patologia” individuate a livello nazionale, identificate sulla base di un maggior rischio e di condizione di fragilità, di seguito riportate (Pazienti con Fibrosi Cistica, Pazienti Trapiantati per organo solido/emopoietico (o in lista), Pazienti Oncologici e Pazienti onco-ematologici) la vaccinazione è estesa anche alle persone conviventi per le categorie di soggetti estremamente vulnerabili come individuate alla.
La vaccinazione avverrà, previa convocazione, presso i Punti di Vaccinazione Ospedalieri dei Centri Specialisti.

[Per tutti gli approfondimenti consultare la fonte di riferimento: disabili.com]