Va in ospedale per il test allergico, muore di shock anafilattico

I test allergici sono stati fatali a un 66enne di Ancona, Francesco Restolfer.

0

I test allergici, consigliati dai medici, sono stati fatali a un 66enne di Ancona, Francesco Restolfer.

Come si legge su IlRestoDelCarlino.it, l’uomo è andato in ospedale per effettuare una serie di test allergici ma è morto a causa di uno shock anafilattico.

Il decesso sembrerebbe associato a una delle sostanze utilizzate durante le prove allergiche.

Restolfer aveva scelto di fare i test allergici dopo che lo scorso anno i medici, dopo un intervento chirurgico di routine, hanno notato una reazione allergica della pelle con lo scopo di capire a cosa il 66enne fosse allergico, se a un farmaco o a un’altra sostanza.

Il 66enne, quindi, ha prenotato il test e ieri mattina – martedì 15 maggio – si è recato all’ospedale regionale di Torrette da dove, però, non è più uscito vivo.

L’avvocato della famiglia, Alessandro Marino, ha dichiarato al Resto del Carlo che “non sono chiare le circostanze della morte e ai miei assistiti non è stato nemmeno concesso di vedere il loro caro. Dalle prime informazioni sembra che lo shock anafilattico sia derivato da una delle sostanze utilizzate per i test, ma chiediamo che le cause del decesso siano chiarite attraverso l’autopsia“.

La famiglia ha chiesto alla Procura di Ancona di verificare quanto successo e di accertare eventuali responsabilità.

Il 66enne, a quanto si è appreso, non soffriva di gravi patologie.

Commenti