Un francese è il primo uomo ad avere avuto un doppio trapianto di faccia

Un francese si sta riprendendo in un ospedale di Parigi dopo essere diventato il primo uomo al mondo a sottoporsi a due trapianti di faccia.

0

Un francese si sta riprendendo in un ospedale di Parigi dopo essere diventato il primo uomo al mondo a sottoporsi a due trapianti di faccia.

Jérôme Hamon, che soffre di una condizione che causa tumori sfiguranti, ha subito il suo primo trapianto nel 2010 ma il suo corpo ha rifiutato la sua prima nuova faccia che doveva essere rimossa.

Ora è in un ospedale parigino, tre mesi dopo aver subito un secondo trapianto senza precedenti condotto da Laurent Lantieri, lo stesso professore di chirurgia plastica che ha eseguito la prima procedura.

La nuova faccia di Hamon rimane liscia e immobile, con il suo cranio, la sua pelle e le sue caratteristiche ancora completamente allineate (un processo graduale che si basa su farmaci immunosoppressori che, si spera, impediranno al suo corpo di rigettare il tessuto trapiantato).

Hamon, 43 anni, soffre di neurofibromatosi di tipo 1, una mutazione genetica che provoca gravi alterazioni e complicanze.

Il suo primo trapianto di faccia nel 2010 è stato un successo. Ma quello stesso anno – per curare un comune raffreddore – gli fu somministrato un antibiotico incompatibile con il suo trattamento immunosoppressivo.

Il prof. Laurent Lantieri.

Nel 2016 il 43enne ha cominciato a mostrare i segni di rigetto del trapianto e il suo nuovo volto ha cominciato a morire.

Ciò lasciò Hamon senza volto, una condizione che il dott. Lantieri ha descritto come un “morto che cammina“. Hamon non aveva palpebre, né orecchie, né pelle e non poteva parlare o mangiare. Aveva un udito limitato e poteva esprimersi solo girando leggermente la testa, oltre a scrivere un po’.

Hamon è rimasto in ospedale senza una faccia per due mesi mentre cercava un donatore compatibile che, una volta arrivato, ha permesso il secondo trapianto nel gennaio scorso.

Prima di sottoporsi all’intervento, i medici hanno dovuto sostituire tutto il sangue del suo corpo in una procedura durata un mese per eliminare alcuni anticorpi potenzialmente problematici.

Ora Hamon viene monitorato come qualsiasi altro paziente con un trapianto di faccia. Il primo volto di Hamon è stato donato da un sessantenne. Con la sua seconda faccia trapiantata, Hamon ha detto che è riuscito a perdere qualche decennio.

Ho 43 anni. Il donatore aveva 22 anni. Quindi sono diventato di 20 anni più giovane“, ha scherzato Hamon martedì alla televisione francese.

Nonostante tutta l’ansia e la sofferenza, Hamon ha detto di essere di nuovo un uomo felice.