Tumore allo stomaco: nel 90% dei casi è colpa di un batterio

I fattori che contribuiscono allo sviluppo del cancro allo stomaco includono il fumo, una dieta a basso contenuto di frutta e verdura fresca e fattori genetici in meno del 5% dei casi. Per il resto, un batterio è il responsabile di quasi 9 tumori allo stomaco su 10.

0

I fattori che contribuiscono allo sviluppo del cancro allo stomaco includono il fumo, una dieta a basso contenuto di frutta e verdura fresca e fattori genetici in meno del 5% dei casi. Per il resto, un batterio è il responsabile di quasi 9 tumori allo stomaco su 10.

Chiamato Helicobacter pylori, di solito si acquisisce durante l’infanzia e gradualmente colonizza la mucosa, il tessuto che riveste l’interno dello stomaco.

Secondo un gruppo di ricercatori francesi, la via più probabile di contaminazione è orale -orale. Anche la vicinanza ha un ruolo: il rischio, ad esempio, è 4 – 8 volte superiore se la madre è infetta e 2 – 4 volte se è il padre ad esserlo. Ci sono anche rischi di trasmissione tra fratelli. Infine, i rischi di contaminazione aumentano con la scarsa igiene e la promiscuità.

[amazon_link asins=’B01G6C3WX2,8866813737,B07B823VL6,B073PZQM31,B00SNU7SVI,B0127900KG,B073WHH59R,B00MNFKY2Y,B07B29MGHH,B06WD5C551′ template=’ProductCarousel’ store=’gianbolab-21′ marketplace=’IT’ link_id=’a94a745f-755c-11e8-a6e7-a9aa51ff32c2′]

In Francia, l’Helicobacter pylori infetta dal 20 al 30% dei soggetti, mentre l’80% in Africa e il 10% nei paesi nordici. Asintomatico nel 90% dei casi, l’infezione batterica può evolvere in ulcera peptica con un’incidenza tra il 2% e il 20% delle persone infette. Di questi, l’1% sviluppa un cancro allo stomaco.

Matysiak-Budnik, gastroenterologo e oncologo dell’Ospedale universitario di Nantes, ha spiegato che “questo complesso processo di carcinogenesi si estende per decenni e attraversa una cascata di fasi, la prima delle quali, la gastrite superficiale, non si verifica senza infezione da Helicobacter pylori, il che non significa che questa infezione sia sufficiente“.

Tuttavia, è possibile sradicare il batterio attraverso un trattamento antibiotico che regredisce la gastrite superficiale, così come la gastrite atrofica. Tale trattamento può, quindi, essere particolarmente efficace nel prevenire il cancro allo stomaco. In caso di conferma della presenza del batterio, un singolo trattamento antibiotico somministrato per 10 – 14 giorni è sufficiente per sradicarlo. La sua presenza si nota tramite un’endoscopia durante la quale verrà eseguita una biopsia.

Per gli specialisti, è anche essenziale che le persone che soffrono di dolori gastrici siano sottoposte a screening, così come quelle con almeno un membro della famiglia che abbia sviluppato un cancro allo stomaco e quelli trattati a lungo termine con alcuni farmaci antiacidi. Lo screening consiste in una sierologia o in un semplice test del respiro. Ci sono in corso anche studi clinici per lo sviluppo di un vaccino.

Il cancro allo stomaco è uno dei meno conosciuti e meno pubblicizzati. Da 6mila a 7mila nuovi casi vengono diagnosticati ogni anno in Francia 4 4.500 sono i decessi.

Due terzi dei pazienti con la diagnosi di cancro allo stomaco sono maschi e generalmente hanno più di 50 anni. Con il miglioramento della qualità della vita e dell’igiene alimentare, il tasso di mortalità è diminuito drasticamente negli ultimi anni ma la prognosi rimane relativamente scarsa se si sono formate metastasi. Infatti, pochi tumori gastrici vengono scoperti presto.

Commenti