Toxoplasmosi: cause, sintomi e prevenzione

La toxoplasmosi è una malattia causata da parassiti chiamata Toxoplasma gondii. Cosa è meglio sapere.

0
toxoplasmosi

La toxoplasmosi è una malattia causata da parassiti chiamata Toxoplasma gondii e si diffonde generalmente attraverso il contatto con le feci del gatto.

La toxoplasmosi di solito non dà problemi agli adulti sani.

Tuttavia, ci sono due gruppi di persone che dovrebbero adottare misure precauzionali per evitare di essere infettati: le donne in gravidanza e le persone il cui sistema immunitario è compromesso. La toxoplasmosi può danneggiare, infatti, i bambini non ancora nati e causare gravi complicazioni in quelli con un sistema immunitario indebolito.

CAUSE DELL’INFEZIONE

Ci sono alcune situazioni in cui una persona rischia di essere infettata dalla toxoplasmosi:

  • toccare accidentalmente la bocca dopo aver pulito la lettiera di un gatto;
  • mangiare carne contaminata (specialmente agnello, maiale e carne di cervo) non cucinata a fondo;
  • mangiare verdure contaminate non lavate accuratamente;
  • mangiare cibo che è venuto a contatto con utensili non lavati e superfici utilizzate per preparare la carne;
  • bere acqua contaminata;
  • i bambini non ancora nati hanno alte probabilità di contrarre l’infezione da madri con la toxoplasmosi;
  • trapianto di organi infetti o trasfusioni di sangue infetto (casi estremamente rari).

I SINTOMI

Le persone sane normalmente non manifestano alcun sintomo.

In alcuni casi, i sintomi possono essere questi:

  • febbre;
  • fatica;
  • mal di testa;
  • mal di gola;
  • linfonodi ingrossati;
  • muscoli doloranti.

I sintomi probabilmente andranno via da soli in pochi giorni o entro alcune settimane.

Come riportato, la toxoplasmosi può causare gravi complicazioni a persone con un sistema immunitario compromesso:

  • infiammazione del cervello (encefalite), che si manifesta con febbre, mal di testa, confusione, convulsioni e persino coma;
  • infezione polmonare, con sintomi come febbre, tosse e mancanza di respiro;
  • infezione oculare, che si manifesta con dolore oculare e visione offuscata.
  • Se un feto si infetta, in alcuni casi può portare all’aborto. I bambini che sono stati infettati mentre sono ancora nell’utero possono avere gravi difetti alla nascita, inclusi danni agli occhi e al cervello. La maggior parte dei bambini infettati prima della nascita non manifestano alcun sintomo dopo ma possono sviluppare gravi complicazioni più avanti nella vita, tra cui la perdita dell’udito e della vista e la disabilità mentale.

Se una donna incinta scopre di essere stata infettata, sarà probabilmente trattata con gli antibiotici.

PREVENZIONE

Le probabilità che tu abbia già avuto l’infezione sono piuttosto alte. Se è così, hai sviluppato l’immunità e non sarai infettato una seconda volta. Ma se non sei mai stato infettato dalla toxoplasmosi, puoi prendere alcune misure per prevenire l’infezione. Questo, come sottolineato, è particolarmente importante per le donne incinte e le persone il cui sistema immunitario non funziona bene.

Per ridurre il rischio di contrarre la toxoplasmosi puoi fare questo:

  • Mangia solo carne e pesce ben cotti.
  • Evita latte e prodotti caseari non pastorizzati, in particolare il latte di capra.
  • Lava accuratamente frutta e verdura, soprattutto se hai intenzione di mangiarle crude.
  • Indossa i guanti prima di fare giardinaggio.
  • Lavati le mani con sapone e acqua tiepida dopo attività all’aria aperta.
  • Evita il contatto con gatti randagi.
  • Tieni il tuo gatto in casa.
  • Non dare da mangiare al tuo gatto carne cruda o poco cotta.
  • Pulisci la lettiera del gatto ogni giorno e lavati le mani con acqua e sapone subito dopo averlo fatto. Se sei incinta, chiedi a qualcun altro di farlo.

Commenti