Succo d’arancia: congelarlo è più salutare

Uno studio dell’Università di Siviglia ha dimostrato che il succo di arancia scongelato è più salutare di quello fresco.

Bere un succo d’arancia scongelato può essere più salutare che consumarne uno fresco appena preparato. Lo dice una ricerca dell’Università di Siviglia. Tutto dipende dal modo di assorbire i nutrienti da parte del nostro organismo.

Sotto la lente d’ingrandimento degli studiosi sono finiti i carotenoidi contenuti nelle arance. È ormai cosa certa il loro effetto benefico sulla nostra salute: sono degli eccellenti antiossidanti utili per la prevenzione del cancro, e fanno bene anche alla salute di occhi e vista in quanto impediscono la degenerazione maculare e ostacolano la cataratta e altre malattie.

Ed è altrettanto risaputo che i prodotti freschi in generale ne contengano più di quelli congelati. Allora come si spiega il risultato della ricerca? È molto semplice.

[amazon_link asins=’B071WMGBK9,B07215FH3C,B07DDBZXKH,B07CPRN7W6,B000LB7CF4,B077R18ND3′ template=’ProductCarousel’ store=’gianbolab-21′ marketplace=’IT’ link_id=’970c6864-6f11-11e8-9787-3336764b647d’]

I ricercatori hanno notato che con il processo di congelamento-scongelamento, le sostanze nutrienti del succo d’arancia vengono scomposte in particelle più piccole e quindi più facilmente assimilabili da parte dell’intestino.

Nonostante il fatto che la concentrazione di carotenoidi nei succhi congelati fosse inferiore a quella del succo fresco – ha spiegato la coautrice dello studio, Paula Mapelli – la riduzione delle dimensioni delle particelle indica che la quantità di carotenoidi che può essere assorbita dall’intestino è più alta”.

E allora, facciamo una bella scorta di succo d’arancia nel nostro freezer.