Stenosi del colon, cos’è, come si manifesta, trattamento

La stenosi del colon è una conseguenza della presenza di diverticoli. Una condizione benigna che deve essere trattata per evitare complicanze.

La stenosi del colon è solamente una complicanza di una situazione già pregressa. Per stenosi, difatti, s’intende il restringimento di un canale in questo caso del colon.

Con il crescere dell’età si è soggetti alla formazione di diverticoli, ovvero delle delle estroflessioni, una sorta di piccoli sacchi che si formano lungo le pareti intestinali e che si localizzano solitamente nel colon sinistro comportando il restringimento. Una condizione benigna e trattabile.

Stenosi del colon: quando bisogna preoccuparsi?

La stenosi del colon si presenta maggiormente nelle persone anziane, com’è successo a Papa Francesco, ed è stata la conseguenza di una diverticolite. Cosa succede? Può esserci un’ostruzione nel passaggio delle feci.

La malattia diverticolare, spiega la Sice, Società Italiana di Chirurgia Endoscopica e Nuove Tecnologie, “comporta circa 300.000 ospedalizzazioni all’anno negli Stati Uniti, con 1,5 milioni di giorni di cure ospedaliere. Infatti, questa malattia è la terza malattia gastrointestinale più comune che richiede il ricovero in ospedale e l’indicazione principale per la resezione del colon elettiva“.

C’è da preoccuparsi quando l’evoluzione della diverticolosi diventa sfavorevole, se si sviluppa un’infiammazione che comporta un’occlusione intestinale (rallentamento o il blocco del transito di feci e gas a livello dell’intestino) causando:

  • Addome gonfio e dolorante. Si tratta di un dolore acuto, che si presenta sotto forma di crampi e spasmi;
  • Chiusura dell’alvo. Non si verifica alcuna emissione di feci né di gas;
  • Nausea e vomito;
  • Disidratazione e scompenso idro-elettrolitico, causati dal vomito e dall’eccesso di succhi gastrici che non vengono riassorbiti.

Come se non bastasse, l’occlusione intestinale potrebbe comportare un aggravamento del quadro clinico:

  • Sofferenze ischemiche (associate a necrosi del tratto intestinale interessato dall’ostruzione).
  • Perforazione della parete intestinale.
  • Peritonite diffusa.
  • Setticemia e shock settico.

Quindi, è di vitale importanza procedere al trattamento della stenosi del colon tramite una terapia medica anche se la risoluzione converge in un trattamento chirurgico.