Sonnolenza eccessiva dopo i pasti, cosa succede all’organismo?

Dopo ogni pasto ti ritrovi a 'soffrire' di una sonnolenza eccessiva, ti starai chiedendo il perché. Ecco le spiegazioni che stai cercando.

Dopo ogni pasto ti ritrovi a ‘soffrire’ di una sonnolenza eccessiva, ti starai chiedendo il perché. Ecco le spiegazioni che stai cercando.

Sonnolenza eccessiva dopo i pasti

In questo periodo di abbuffate natalizie potrebbe sorprenderti l’avere un eccessivo senso di sonnolenza e stanchezza che portano con sé diverse spiegazioni che andremo ad indagare.

Potresti dover interrompere la continuazione conviviale con i tuoi cari per andare alla ricerca di un letto su cui adagiarti e assecondare il tuo sonno.

La sonnolenza è proprio quella condizione che s’instaura durante il giorno e potrebbe essere causata dalla carenza di sali minerali o da un’eccesso di carboidrati (spiegazione più appropriata in questo periodo festivo).

A mancare potrebbero essere sodio, potassio, zinco, rame e altri sali minerali perché non integrati con la dieta alimentare (non sono necessari gli integratori) oppure la capacità dell’organismo di assimilarli potrebbe essere inefficace.

In caso di perdita eccessiva di sali minerali (ad esempio durante l’attività fisica) potrebbe essere necessario reintegrarli bevendo molta acqua con la giusta salinità.

Vogliamo – però – porre maggiore attenzione all’abbondanza di carboidrati (la pasta e il pane di certo non mancheranno a tavola in questi giorni) in cui l’impegno digestivo richiesto non è da sottovalutare: si andrà ad instaurare un quadro di congestione gastrointestinale, un blocco digestivo che si verifica durante o dopo un pasto.

Dopo un pasto molto ricco di carboidrati la concentrazione di zuccheri nel sangue aumenta apportando un aumento della glicemia.

A questo punto sarà il pancreas a rispondere rilasciando quantità di insulina nel sangue sorgendo di conseguenza i sintomi da ipoglicemia tra cui la sonnolenza.

Oppure, un’altra ipotesi supporta l’idea che una grande quantità di carboidrati immessi durante un pasto possano portare all’aumento della concentrazione relativa di triptofano a livello ematico che una volta raggiunto il cervello stimolerebbe la produzione di serotonina e melanina che inducono la sonnolenza e il successivo addormentamento.

In poche parole, pasta, pane e frutta (ed altri carboidrati) comporterebbero un mix perfetto per sedare l’organismo.

Cosa fare per evitare la sonnolenza?

Se volete godervi tutte le giornate in piena attività fisica e mentale e combattere la stanchezza e il sonno da carboidrati, dovrete rivedere la vostra alimentazione apportando la giusta quantità di carboidrati senza eccedere.
Perché non rifarsi alla dieta mediterranea? Sempre molto attuale e raccomandata.

Potresti anche suddividere la giornata in più pasti così da non ‘appesantirti’ troppo e non rinunciare alle prelibatezze della cucina italiana, soprattutto durante il periodo natalizio.