Soffri di incontinenza urinaria da sforzo? Le possibili terapie

Se fai pipì un po' quando ridi, balli, fai esercizio fisico o starnutisci, potresti soffrire di incontinenza urinaria da sforzo.

L’incontinenza urinaria da sforzo è caratterizzata da perdite di piccole quantità di urina e può essere trattata apportando anche dei piccoli cambiamenti nello stile di vita, questo è quanto suggerisce l’Urology Care Foundation dell’American Urological Association.

Incontinenza urinaria da sforzo: prospettive terapeutiche

L’incontinenza urinaria da sforzo (IUS) si verifica quando l’apparato che sostiene la vescica e il tratto urinario non funziona correttamente. Questa condizione può essere causata da una debolezza dei legamenti e dei muscoli del pavimento pelvico o da un deficit funzionale dei muscoli dello sfintere uretrale.

Per ridurre il malessere potrebbe essere utile perdere peso o smettere di fumare, il che ridurrà la tosse. Puoi fare esercizi, noti come Kegel, che rafforzano il pavimento pelvico e aiutano a sostenere la vescica, afferma l’Urology Care Foundation.

I prodotti assorbenti possono aiutare a contenere le perdite, almeno a breve o lungo termine, a seconda di cosa si sceglie.

Ci sono due tipi principali di incontinenza urinaria, secondo la fondazione. Il primo è SUI (Stress Urinary Incontinence), in cui si rilascia una quantità di urina da piccola a moderata quando si tossisce, si starnutisce o si ride.

Nell’incontinenza urinaria da urgenza (IU) o nella vescica iperattiva, potresti avere un bisogno improvviso e incontrollabile di urinare. In questo caso le perdite possono essere da moderate a grandi.

I fattori di rischio comuni per SUI sono il genere, le donne hanno maggiori probabilità di avere questa condizione; oppure la gravidanza e il parto; il fumo e la tosse cronica; essere in sovrappeso; la chirurgia pelvica o prostatica e lesioni nervose alla colonna vertebrale o malattie neurologiche.

Sebbene non ci siano farmaci che trattano l’IUS, oltre ai cambiamenti dello stile di vita, in alcuni casi può essere raccomandata la chirurgia, secondo la fondazione. Puoi lavorare con un urologo che ha esperienza nella chirurgia dell’IUS. La medicina pelvica femminile e i chirurghi ricostruttivi sono certificati in IUS e altri interventi di chirurgia pelvica.

Una varietà di diverse opzioni chirurgiche includono iniezioni uretrali che possono “ingrossare” l’uretra in alcune donne. Ciò influenza il modo in cui lo sfintere della vescica chiude la vescica. Potrebbe essere necessario ripetere l’intervento chirurgico nel tempo.

Un’altra opzione è la chirurgia dell’imbracatura che nelle donne prevede l’inserimento di una rete sotto l’uretra per sostenerne la chiusura durante gli starnuti e altre azioni. Negli uomini, comporta il posizionamento di un nastro a rete sotto l’uretra attraverso un taglio tra lo scroto e il retto. Non è una buona scelta per gli uomini con incontinenza grave o per coloro che hanno subito radiazioni alla prostata o all’uretra.