Sigaretta elettronica: gli aromi aumentano il rischio di malattie cardiovascolari

Cannella, mentolo, caramello, vaniglia... certi aromi sono più tossici di altri.

0
sigaretta elettronica

Gli aromi per le sigarette elettroniche aumentano il rischio di malattie cardiovascolari, secondo un nuovo studio condotto da ricercatori della Stanford University School of Medicine. Per raggiungere queste conclusioni, gli scienziati hanno studiato l’effetto degli aromi sulle cellule endoteliali.

Le cellule endoteliali rivestono i vasi sanguigni, i vasi linfatici e l’interno delle camere cardiache. In contatto diretto con il sangue, svolgono un ruolo nello sviluppo potenziale delle malattie cardiache quando sono danneggiate o malfunzionanti.

Danno al DNA

Come riportato da PourquoiDocteur.fr, i ricercatori hanno scoperto che quando sono cresciute in laboratorio, le cellule endoteliali dell’aroma sono meno vitali e creano danni al DNA e la morte cellulare. Le cellule sono anche meno in grado di partecipare alla guarigione.

La gravità del danno, alcuni dei quali si verificano anche in assenza di nicotina, varia con i sapori. Cannella e mentolo sono risultati particolarmente dannosi. Il caramello e la vaniglia hanno anche distrutto le cellule ma non in maniera grave.

Finora, non abbiamo dati su come le e-sigarette influenzino le cellule endoteliali umane“, ha affermato Joseph Wu, direttore del Stanford Cardiovascular Institute e professore di medicina cardiovascolare e radiologia. “Questo studio dimostra chiaramente che le e-sigarette non sono un’alternativa sicura alle sigarette tradizionali. Quando abbiamo esposto le cellule a sei sapori con diversi livelli di nicotina, abbiamo riscontrato danni significativi. Le cellule hanno cominciato a mostrare più sintomi di disfunzione“, ha spiegato.

Commenti