Si ferisce una gamba e muore poco dopo: 50enne ucciso dai ‘batteri carnivori’

La drammatica storia di David Ireland, 50 anni. Il racconto della moglie.

David Ireland e la famiglia.

Un uomo in Florida (USA) che è stato sottoposto a quattro operazioni che gli hanno rimosso oltre il 25 percento della pelle dopo aver contratto i ‘batteri carnivori‘, è morto la scorsa settimana.

Si chiamava David Ireland e aveva 50 anni. Come raccontato su Fox News, era un veterano della Maria e ha cominciato ad avvertire sintomi simil-influenzali, compresi dolori e febbre, il 16 agosto scorso.

La moglie, Jody, ha raccontato: “È stato inaspettato. Il giorno prima stava bene e il giorno dopo male“.

Dopo che David, padre di due bambine di sette e cinque anni, è stato ricoverato in ospedale, i medici hanno dovuto rimuovere oltre il 25% della pelle e hanno riscontrato il collasso dei reni.

Jody ha spiegato che al marito è stata diagnosticata la fascite necrotizzante, una rara infezione batterica che si diffonde rapidamente nel corpo e può diventare mortale. I sintomi possono comprendere febbre, vertigini o nausea subito dopo un infortunio o un intervento chirurgico. Più comunemente, infatti, i batteri entrano nel corpo tramite una lesione sulla pelle.

La moglie di David ha raccontato a Fox News che i medici le hanno detto che i batteri sono entrati nel corpo del marito attraverso una ferita che si era aperta sulla gamba e “poiché è diabetico, i batteri si sono trasformati in streptococco e hanno cominciato a mangiare la sua carne“.