Scoperto un legame tra le malattie ai denti e le malattie al cuore, lo studio

Gli adulti che perdono i denti senza un motivo traumatico hanno maggiori probabilità di sviluppare un infarto o un ictus, secondo un nuovo studio.

0
mal-di-denti

Hai mai avuto una malattia orale che ha causato la perdita dei denti?

Stati attento perché questo non è un buonsegno per il tuo cuore. La ricerca scientifica in passato aveva già stabilimento un legame tra le malattie cardiovascolari e quelle orali.

Un team di scienziati ha confermato l’associazione tra la perdita dei denti e il rischio di malattie cardiovascolari in uno studio presentato all’edizione 2019 dell’American College of Cardiology in Medio Oriente a Dubai.

Per condurre questo studio, i ricercatori hanno analizzato i dati di 316.588 partecipanti statunitensi, di età compresa tra i 40 e i 79 anni. Di questi, l’8% era edentulo e il 13% aveva malattie cardiovascolari. È stato appurato che il tasso delle persone edentule che soffrono di malattie cardiovascolari è stato del 28%.

Il legame, però, non ha riguardato soltanto i partecipanti senza denti ma anche chi ha riferito di avere perso tra uno e i cinque denti dal momento che è stata riscontrata una propabilità maggiore di avere un infarto o un ictus.

E ciò è stato evidenziato anche dopo l’aggiustamento in relazione a determinati fattori, come l’indice di massa corporea, l’età, il consumo di alcol o di tabacco e il diabete.

I nostri risultati confermano il legame tra la salute dentale e la salute cardiovascolare“, ha affermato Hamad Mohammed Qabha, autore principale dello studio. “Se i denti di una persona cadono, potrebbero esserci altri problemi di salute di base e i medici dovrebbero raccomandare ai pazienti di questa fascia di età di ricevere un’adeguata assistenza sanitaria orale per prevenire malattie che portano inizialmente alla perdita dei denti ma in futuro alle malattie cardiovascolari“, ha spiegato.