Scoperto nuovo sintomo del Covid-19: infiammazione delle dita dei piedi

Si allunga l'elenco dei sintomi del Covid-19. La scoperta di uno studio.

Photo by Christina Victoria Craft on Unsplash

Si allunga l’elenco dei sintomi del Covid-19. Uno studio dell’International League of Dermatological Societies e dell’American Academy of Dermatology ha affermato che è stata riscontrata in alcuni pazienti un‘infiammazione delle dita dei piedi.

Un sintomo lieve

Come riportato su MaxiSciences.com, gli scienziati hanno sostenuto che alcuni pazienti infettati dal Covid-19 si sono presentati con l’infiammazione ai piedi, soprattutto dopo 1 – 4 settimane l’infezione. Esther Freeman, ricercatrice dell’International Covid-19 Dermatology Registry, ha spiegato:

«Sembra esserci un certo sottogruppo di pazienti che, quando contraggono il Covid, sviluppano infiammazioni alle dita dei piedi. Ciò rende i piedi rossi e gonfi e alla fine diventano viola. Nella maggior parte dei casi il sintomo si risolve da sè e non c’è più. È relativamente benigno. Rimane in media quindici giorni. Ma abbiamo visto pazienti dove c’è voluto un mese o due».

In pochi rari individui, la situazione è continuata per più di 150 giorni,  circa cinque mesi. Secondo la ricercatrice, un paziente su sei che contrae questo sintomo necessita di cure ospedaliere.

LEGGI ANCHE: Aspirina e Covid-19, uno studio sull’utilità del farmaco.

La punta dell’iceberg

Per Esther Freeman i risultati di questa ricerca sono molto importanti perché dimostrano che il Coronavirus può colpire anche la pelle.

«Stiamo iniziando a vedere gli effetti a lungo termine del Covid su altri organi. È la prima volta che riconosciamo che ciò può accadere anche sulla pelle. Credo che questo sollevi molte domande sul tipo di infiammazione: c’è un’infiammazione in qualche parte del corpo? Non abbiamo una risposta in questo momento. La pelle può essere vista come una finestra sul resto del corpo».

E non sarebbe un buon segno: «Penso che quello che stiamo vedendo sia solo la punta dell’iceberg».

LEGGI ANCHE: Nuova variante di coronavirus, proviene dalla Spagna.