“Sbagliato il messaggio di togliere le mascherine ad agosto”

Lo scrive, in una nota, Sergio Pirozzi responsabile nazionale emergenze e grandi rischi di Fratelli d'Italia

Photo by engin akyurt on Unsplash

«Fin quando in Italia non si raggiungerà un alto numero di vaccinati con la seconda dose è impensabile togliere l’obbligatorietà delle mascherine in particolare al chiuso. E se qualche esponente del governo insiste nel dire che a giugno potranno essere tolte, rispondo, pur non essendo un medico o un virologo, che come cittadino rispetto le regole del mio paese purché queste non siano deleterie per la mia salute».

Lo scrive, in una nota, Sergio Pirozzi responsabile nazionale emergenze e grandi rischi di Fratelli d’Italia il quale ricorda come il vaccino «protegge dalla severità della malattia, ma non dall’ infezione. Quindi il virus continua a circolare e solo quando la circolazione del virus si abbasserà drasticamente potrà essere il momento di ‘archiviare’ i dispositivi di protezione».

Negli Stati Uniti, ricorda Pirozzi, la direttrice dei CDC statunitensi (la massima autorità sanitaria Usa) aveva dichiarato che se si è completamente vaccinati si può iniziare a fare le cose che avevamo smesso di fare a causa della pandemia. «Ma l’obbligo di mascherina anche per chi è vaccinato contro il covid – afferma Pirozzi – rimarràin vigore negli Usa come per altri Paesi per i viaggi in aereo o sui mezzi pubblici, per le strutture mediche, i penitenziari e i ricoveri per senzatetto».

LEGGI ANCHE: Vaccino anti Covid-19, dal 17 maggio via alle prenotazioni per gli over 40.